menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: salgono a 42 i deceduti, quattro in più rispetto a ieri

I positivi sono 790, di cui 152 ricoverati e 46 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare 477 persone

Sono 790 ad oggi i tamponi rilevati positivi al coronavirus in Friuli Venezia Giulia con un incremento di 135 casi in più rispetto a ieri. Quattro i decessi in più rispetto all'ultima comunicazione di ieri, che portano a 42 il numero complessivo di morti per Covid-19. 
Lo rende noto il vicegovernatore con delega alla Salute e Protezione civile, Riccardo Riccardi, dalla sede operativa di Palmanova.

Salgono a 73 le persone guarite, di cui 9 quelle dichiarate completamente guarite. I pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere sono 152, quelli in terapia intensiva 46. Restano in isolamento domiciliare 477 persone.

L'ordinanza

Il governatore della Regione, Massimiliano Fedriga, ha emanato in data odierna un'ordinanza per confermare, anche alla luce delle disposizioni contenute nel provvedimento approvato nella giornata di ieri dal Ministero della Salute, le misure assunte il 19 marzo scorso in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. 

Nulla cambia, dunque, rispetto al quadro già in vigore, la cui validità cesserà, salvo proroghe o ulteriori modifiche, il 3 aprile prossimo.

1. In attuazione del divieto di spostamento dal proprio domicilio, dalla propria residenza o dalla propria dimora, ad eccezione delle specifiche necessità normativamente individuate, è fatto divieto di svolgere,all’aperto in luoghi pubblici, attività motorie o sportive e passeggiate, anche in forma individuale;
2. A chiunque presente sul territorio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è fatto obbligo di limitare i propri spostamenti esclusivamente per motivi di lavoro, di salute o di necessità, ivi compreso l’approvvigionamento alimentare, definiti dalla citata normativa nazionale e di autocertificare tali necessità nelle forme dalla stessa prescritte per l’eventuale verifica da parte delle competenti Autorità;
3. A chiunque presente sul territorio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nell’accedere agli esercizi aperti al pubblico per approvvigionarsi del necessario, è fatto obbligo di limitare l’accesso all’interno dei locali ad un solo componente del nucleo familiare, salvo comprovati motivi di assistenza ad altre persone;
4. La chiusura, nella giornata di domenica, di tutte le attività commerciali di qualsiasi natura, fatte salve le farmacie, le parafarmacie, le edicole e gli esercizi nelle aree di servizio situati lungo la rete autostradale ed a servizio di porti ed interporti;
5. Restano possibili tutti i servizi di consegna a domicilio, domenica compresa;
6. Le presenti disposizioni sono adottate per ragioni di esigenze di sanità pubblica e di igiene, con conseguente applicazione di tutte le norme, anche penali, poste a presidio delle predette esigenze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento