menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Impianti sciistici chiusi anche in Austria: troppi contagi oltreconfine

I gestori degli impianti chiedono di non aprire: rifugi, negozi e punti ristoro hanno già chiuso e il governo pensa a nuove restrizioni generali

Se in Italia la decisione di tenere chiusi gli impianti sciistici era stata presa da tempo, gli austriaci sono stati speranzosi finora. Ma la possibilità che gli sciatori possano dedicarsi alla loro passione sta svanendo anche fuori confine: ci sono infatti troppi contagi e l'apertura, che era prevista per il 24 dicembre, pare non sia più prevista.

In Austria, d'altronde, rifugi, punti ristoro e negozi saranno comunque chiusi: quindi aprire gli impianti sarebbe oltre che rischioso anche poco coerente. Nel frattempo sono state decise dal governo alcune restrizioni come il dimezzamento dei posti nelle cabine e sulle seggiovie. A chiedere la non apertura sono però gli stessi gestori degli impianti: anche gli sciatori friulani che speravano di poter andare oltre confine rimarranno delusi.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Allerta meteo: è rischio valanghe su Alpi e Prealpi

  • Cronaca

    Risse a Cervignano e Pavia, ferita una donna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento