Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Il caso del vaccino monodose Janssen: anche in Fvg doveva essere consegnato oggi

Nessuna dose di Johnson&Johnson consegnata in Italia: oggi, giovedì 15 aprile, anche a Udine sono però arrivate le nuove dosi di AstraZeneca per gli over 60

Prima ne è stata annunciata la consegna, in Italia e in Fvg, poi è arrivata la sospensione: il vaccino Johnson&Johnson, indicato inizialmente come quello della "svolta", soprattutto grazie alla possibilità di somministrazione in monodose, non è ancora pronto per essere consegnato agli ospedali italiani.

La consegna slittata

In Friuli Venezia Giulia era stata annunciata inizialmente per oggi, giovedì 15 aprile, la consegna delle prime dosi del vaccino anti covid Janssen. Poi lo stop, prima negli Stati Uniti e poi in Ue, come successo per AstraZeneca. 

In Europa il vaccino "Janssen Covid-19" della Johnson&Johnson era stato autorizzato l'11 marzo scorso, ma non viene ancora inoculato in nessuno dei 27 Paesi. La principale peculiarità di questo vaccino è che prevede la somministrazione di una sola dose, una caratteristica che permetterebbe di velocizzare molto le inoculazioni. È basato su vettori derivati da adenovirus di serotipo 26 (Ad26), la stessa "tecnologia" del vaccino di AstraZeneca. Questo significa che quando si riceve la dose, gli adenovirus inducono la produzione di una proteina che viene poi riconosciuta come una minaccia dal sistema immunitario. Viene così a svilupparsi una difesa contro la proteina del coronavirus, senza dover entrare in contatto con il coronavirus vero e proprio. Le dosi possono essere conservate facilmente in frigorifero tra i 2°C e gli 8°C per tre mesi.

Efficacia

Sul portale del ministero della Salute si legge che "l'efficacia del vaccino monodose Janssen Covid-19 Vaccine (Johnson&Johnson) nelle forme gravi arriva fino al 77% dopo 14 giorni dalla somministrazione e all'85% dopo 28 giorni dalla somministrazione". L'azienda fa sapere che si è rilevata nel complesso un'alta efficacia all'81% contro le forme gravi della malattia da variante sudafricana, mentre contro le forme gravi di covid da variante brasiliana l'efficacia è stata dell'87%.

Lo stop

Il 13 aprile, giorno in cui era previsto l'arrivo delle dosi del preparato monodose in Europa, le autorità sanitarie statunitensi hanno sospeso almeno per qualche giorno l'utilizzo del prodotto della Johnson&Johnson. La decisione è stata annunciata con un comunicato congiunto dalle due agenzie competenti, la Food and drug administration (Fda), che ha la supervisione dei farmaci negli Usa, e il Centro per controllo e prevenzione delle malattie infettive (Cdc). Fda e Cdc hanno riferito che gli eventi negativi appaiono al momento estremamente rari ma che la sicurezza dei vaccini è una priorità del governo federale. La pausa viene raccomandata quale misura di precauzione. Nello specifico, su circa 7 milioni di dosi di vaccino J&J somministrate negli Usa, sei donne tra i 18 e i 48 anni sono state colpite da trombosi e hanno sviluppato la reazione tra i 6 e i 13 giorni dall'inoculazione.

La consegna

In Friuli Venezia Giulia la consegna era prevista per oggi, giorno in cui però saranno consegnate solo le dosi di AstraZeneca previste (3 mila 200 dosi di vaccino AstraZeneca (Vaxevria) per tutta la regione). Tra le 11.15 e le 11.30di questa mattina, in via Chiusaforte a Udine, Poste Italiane consegnerà all'ospedale le fiale partite da Bologna questa mattina scortate da un nucleo speciale dei carabinieri API, aliquote primo intervento. Dopo Udine la consegna proseguirà verso Trieste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso del vaccino monodose Janssen: anche in Fvg doveva essere consegnato oggi

UdineToday è in caricamento