Nuovo collegamento via mare tra Lignano, Marano e Grado

Pizzimenti: "Garantiti percorsi cicloturistici multimodali per i viaggiatori regionali e transfrontalieri"

Lignano, Grado e Marano collegate via mare dall'estate 2021. Lo annuncia l'assessore regionale ai trasporti, Graziano Pizzimenti (che di Marano è stato sindaco). "Grazie al progetto Mimosa la Regione Friuli Venezia Giulia prevede di attivare, a partire dalla bella stagione dell'anno prossimo, un nuovo servizio di collegamento via mare tra Lignano e Grado/Marano, garantendo percorsi cicloturistici multimodali treno/nave/bus per i viaggiatori regionali e transfrontalieri. La partecipazione della Regione rappresenta anche un'opportunità per attuare le finalità del Piano regionale del trasporto pubblico locale (Prtpl) con l'obiettivo di promuovere il più forte riequilibrio dei trasporti, anche in direzione della modalità marittima".

Su proposta di Pizzimenti è stata approvata dalla Giunta la delibera che prende atto dell'approvazione del progetto Mimosa a valere sul bando di selezione di progetti "Strategici" del Programma di cooperazione transfrontaliero Interreg V A Italia-Croazia 2014-2020 e assegna alla Direzione centrale infrastrutture e territorio le risorse finanziarie per un importo che ammonta a euro 718.074 di cui 610.362 cofinanziati dal Fondo europeo di sviluppo regionale e i restanti 107.711 euro interamente cofinanziati da risorse statali a carico del Fondo di rotazione.

Ideata dalla Regione Friuli Venezia Giulia, insieme al capofila Segretariato esecutivo dell'Iniziativa centro europea (Ince-Cei,) e approvata nell'ambito del programma di Cooperazione territoriale transfrontaliera Interreg Italia-Croazia, l'iniziativa avrà una durata di 34 mesi e potrà contare su un budget complessivo di circa 7 milioni di euro.

Il progetto coinvolge un'ampia partnership istituzionale che vede protagonisti, tra l'altro, l'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, l'Università Ca' Foscari di Venezia e numerose altre rappresentanze croate, e intende affrontare la sfida per aumentare la multimodalità. L'intento è quello di rendere più accessibile e sostenibile lo spostamento dei passeggeri nell'intera area, riducendo l'impatto del trasporto sull'ambiente, avviando un cambiamento che coinvolga l'intero territorio transfrontaliero e i collegamenti regionali.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento