A Cividale l'Esercito in strada per l'emergenza Coronavirus

I militari, accanto al gruppo comunale della Protezione Civile, da oggi saranno impegnati nella distribuzione delle mascherine e nell'igienizzazione di alcune strade

A Cividale del Friuli arriva anche l'Esercito con personale e mezzi dei reparti della Brigata Alpina "Julia" e della Brigata di cavalleria "Pozzuolo del Friuli" per fronteggiare l'emergenza Covid-19. I militari, schierati a fianco del gruppo comunale della Protezione Civile, saranno impegnati nella distribuzione delle mascherine alla popolazione e nell'igienizzazione di alcune strade della città.

Mascherine

La distribuzione delle mascherine ricomincerà dalla giornata di oggi, 16 aprile, mentre l'igienizzazione delle strade sarà avviata da domani. “In giornata la Protezione Civile regionale consegnerà un contingente di mascherine al comune e, grazie anche alla fornitura acquistata direttamente dai nostri uffici, si ricomincerà a distribuire alla popolazione le mascherine che – spiega il sindaco di Cividale Stefano Balloch – entro il weekend dovrebbero essere consegnate a tutte le famiglie della città. Eventuali ulteriori necessità saranno colmate con prossimi contingenti”. Oltre ad ever ricevuto i dispositivi di protezione della Protezione Civile, "il Comune ne ha acquistate alcune migliaia di tipo chirurgico e altre saranno fornite dall’Ambito socio assistenziale, così come a tutti i comuni del cividalese per scelta dell’Assemblea dei Sindaci”.

Strade

Da venerdì, invece, l'inizio dell'igienizzazione di alcune strade di Cividale “in quanto – prosegue Balloch – abbiamo ricevuto la disponibilità dell’Esercito Italiano a collaborare col comune e con il nostro Gruppo comunale dei Volontari della Protezione Civile fornendo personale e mezzi dei reparti della Brigata Alpina “Julia” e della Brigata di cavalleria “Pozzuolo del Friuli” per dare segno, ancora una volta, del forte legame che ha sempre unito la città di Cividale del Friuli alle Forze Armate. La scelta di affidare i servizi di appoggio e tecnici a personale formato come i militari e i volontari della Protezione Civile rientra nell’ottica di preservare ulteriormente la popolazione”. L'igienizzazione sarà svolta nelle aree più frequentate dai pedoni, "con particolare riguardo alle zone sensibili come la Casa per Anziani, le Poste e i parcheggi”.

Supporto

Le diverse attività saranno gestite e organizzata secondo la linee-guida del piano comunale delle emergenze. Per quanto riguarda la distribuzione delle mascherine, il primo cittadino dichiara che “15 squadre miste fra volontari della PC e militari distribuiranno a domicilio due mascherine per ogni componente del nucleo familiare, come già nei giorni scorsi e, a esaurimento di queste, verrà data una mascherina chirurgica per ogni famiglia, e ciò come soluzione tampone in attesa dell’arrivo dell’ultimo lotto di mascherine in tessuto previsto nei prossimi giorni”.

L'igienizzazione

Dal pomeriggio di domani, venerdì 17 aprile, l'igienizzazione delle strade partirà dal piazzale della ex-stazione ferroviaria per poi proseguire con itinerari che si svilupperanno nella città e nelle frazioni a secondo del piano messo a punto dalla Protezione Civile. “L’azione di igienizzazione delle strade non è obbligatoria per legge – specifica il sindaco – ma è una misura utile al contenimento della diffusione del Covid-19, integrativa alle azioni previste da decreti e ordinanze in materia, possibile in questo momento solo grazie all’intervento dei militari del Terzo Reggimento Artiglieria Terrestre (da montagna) di Remanzacco”.

Come funziona

Come spiegano i militari della caserma di Remanzacco, non si tratta di una "sanitizzazione" (con additivi chimico-farmaceutici, aventi anche contro-indicazioni ambientali), ma di un’attività di igienizzazione che consiste nell'operare con vapore acqueo ad alta temperatura e alta pressione. L’effetto è ottenuto spruzzando sul terreno vapore acqueo secco che sterilizza fisicamente l’ambiente, inertizzando in modo naturale il virus per mezzo dell’alta temperatura raggiunta. Il vapore è prodotto dall’apparato di grande capacità Sanijet C921.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

esercito cividale-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

  • Udinese-Parma 3:2 | Le pagelle: Pereyra il migliore, Nicolas fuori fase

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento