Il ritorno di "Children": Fedez riporta in auge il pezzo di Robert Miles e divide gli appassionati

Con il suo nuovo singolo "Bimbi per strada" fa ballare i giovanissimi su un pezzo cult della musica anni '90, ma non piace a tutti

Fedez

Si chiama “Bimbi per strada” è il nuovo singolo di Fedez, si sviluppa sulle note di "Children" di Robert Miles (alias Roberto Concina) e in pochi minuti dall’uscita, avvenuta ieri, ha registrato migliaia di visualizzazioni. Il testo è stato scritto durante il periodo del lockdown e Fedez ha deciso di abbinarlo al famoso brano scritto del deejay nativo di Fagagna, icona degli anni '90, e fonte di ispirazione per molti addetti del settore friulani. A fare un'analisi del pezzo è Renato Pontoni, patron del Ceghedaccio e amico di Robert Miles.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pontoni

"Sono molto contento che il pezzo sia stato scelto da un artista come Fedez che lo riporterà nuovamente in voga come lo era stato ormai oltre 20 anni fa. Una scelta che sono certo farà felici anche i parenti e la famiglia di Miles, per cui nutro un grande affetto, e che permetterà agli eredi di ricordare quale magnifica sinfonia Roberto aveva realizzato già nel '96 "– ricorda Pontoni. "Tornando alla canzone di Fedez – conclude il deejay – parliamo di un testo pensato per i più giovani, alcuni dei quali non conoscono il pezzo di Miles nonostante negli anni sia stato remixato più volte e da diversi volti della notte. Su Fedez, che dire, a mio parere più che un cantante è un artista, ormai affermato a livello nazionale e non solo".

Renato Pontoni e Robert Miles assieme a Londra nel 1995

pontoni-2

Montana

L'iniziativa non piace invece a Giuliano Berloffa, in arte Julio Montana, altro specialista del settore molto conosciuto in Friuli. Dal suo profilo Facebook ha fatto partire un dibattito che ha coinvolto molti appassionati e addetti ai lavori, che nella maggior parte dei casi bocciano il prodotto.Schermata 2020-06-12 alle 17.17.45-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Tre nuovi decessi da Covid19 in FVG: si tratta di due 78enni e un 59enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento