rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
diritti umani

In Colombia difendere i diritti è un rischio, il racconto di Adil José Melendez Marquez

Nell'appuntamento organizzato dall'Unione Camere Penali a Udine, l'avvocato difensore dei diritti umani ha sottolineato la portata del problema nel suo paese. È una delle tappe di un tour europeo di sensibilizzazione

La Camera Penale Friulana, aderendo all'iniziativa dell'Osservatorio avvocati minacciati Ucpi 'Adotta un Avvocato Minacciato', con il patrocinio dell'Unione delle Camere Penali Italiane, ha organizzato una conferenza a cui ha partecipato l'avvocato colombiano "affidato" Adil Josè Melendez Marquez. L'evento si è svolto presso la Sala Ajace del Comune di Udine.

La conferenza

L'uomo è ben noto nel suo paese per l’attività a favore dei campesinos e delle comunità contadine e rurali. In particolare, la conferenza ha presentato la situazione dello sfruttamento del canale del Dique, un canale di 118 chilometri che collega la baia di Cartagena al fiume Magdalena nel dipartimento di Bolívar, nel nord della Colombia. Il canale attraversa una ventina di comuni. Della necessità di un mega-progetto sul canale, si parla da decenni. Ma quello che non si conosce è che il progetto, presentato dal governo colombiano precedente come una soluzione a favore dell'ambiente e del turismo, in realtà manda in miseria le comunità che vivono lungo il canale.

Secondo quanto riportato dall'avvocato colombiano: "Ci sono interessi economici di multinazionali europee che stanno distruggendo l'ambiente e costringendo i contadini ad andarsene dalle loro terre". Il progetto sarebbe viziato da atti di corruzione, documenti mancanti o falsificati. Sul posto la situazione è amministrata anche da eserciti paramilitari. Per questa attività di supporto alle comunità afro-colombiane l'avvocato Melendez Marquez è stato più volte minacciato di morte. A parlare della situazione anche Christian De Nardo, avvocato bolognese che è stato in Colombia e fa parte della commissione internazionale dell'ordine degli avvocati di Bologna: "Questo viaggio in Europa  serve anche ad allontanare Adil da una situazione pericolosa". Il tour europeo si è svolto in particolare in Svizzera – anche alla sede Onu di Ginevra –, Inghilterra, Francia, Spagna, Olanda, dove sono stati illustrati ad autorità, parlamentari, colleghi avvocati e cittadini l'attività di Adil Josè Melendez Marquez, la situazione attuale della Colombia e le prospettive per il futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Colombia difendere i diritti è un rischio, il racconto di Adil José Melendez Marquez

UdineToday è in caricamento