ASU FC: è Natale, ma siamo senza soldi per l’emergenza Covid

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Udine, 23 Dicembre 2020

Al Presidente del Friuli-Venezia Giulia Dott. Massimiliano Fedriga All’Assessore alla Salute e Politiche Sociali e Disabilità Dott. Riccardo Riccardi Al Direttore Centrale Direz. Centrale Salute, politiche sociale e disabilità Dott.sa Gianna Zamaro E.,p.c. Al Direttore Generale ASU FC Dott. Massimo Braganti Oggetto: Richiesta proroga dei termini di sottoscrizione dell’Accordo Aziendale RAR 2020 per carenza di risorse - Richiesta stanziamento risorse per riconoscere Premio COVID al personale esposto nella seconda ondata Le scriventi OO.SS e la RSU di ASU FC si sono incontrate in data odierna con la Direzione Strategica di ASU FC rispetto all’accordo RAR 2020. Dal confronto emerge chiaramente che non sussistono le condizioni per la sottoscrizione dell’accordo RAR 2020 entro il 31.12.2020, le motivazioni risiedono nell’evidente carenza di risorse economiche per far fronte alle innumerevoli criticità in cui il personale opera quotidianamente. Ad oggi non sono quantificabili le risorse necessarie per il pagamento delle indennità di malattie infettive e terapie intensive, sub-intensiva prodotte nei mesi di Novembre e Dicembre 2020 che sono da considerare i mesi di maggior esposizione per fronteggiare l’emergenza pandemica, ricordiamo che il pagamento è differito di 2 mesi per esigenze contabili. Nel periodo succitato sono stati aperti e riconvertiti un gran numero di reparti con una necessaria riassegnazione del personale tra reparti e presidi ospedalieri dell’ASU FC, personale direttamente esposto a percorsi COVID a cui spettano le indennità di cui sopra. assunzioni, esponenzialmente aggravata dal “bollettino quotidiano di guerra dei contagi SARS- Covid2” che continua a decimare il personale ASU FC (alcuni pure ricoverati e assistiti dai colleghi, qualcuno anche in terapia intensiva). Per le motivazioni esposte si chiede di: - concedere una deroga ai termini di scadenza del 31.12.20 per la sottoscrizione dell’accordo a livello aziendale al fine di consentire valutazioni approfondite e superare il problema dell’insufficiente disponibilità di risorse economiche disponibili, si chiede inoltre di derogare il punto che nell’intesa Regionale RAR 2020 del 06.08.2020 prevede: “eventuali somme che dovessero residuare rientrano nella disponibilità della Regione”. - di stanziare adeguate risorse economiche al fine di riconoscere parimenti un premio COVID anche al personale esposto nella seconda ondata COVID non contemplato nella premialità delle risorse rese disponibili del verbale di confronto regionale su “Allocazione e criteri di utilizzo risorse art. 1 c1 DL.18/2020” allegato alla delibera N°1311 del 28.08.20. Considerata la ristrettezza dei tempi Vi chiediamo un cortese sollecito riscontro entro il 28.12.2020. RSU ASU FC e le OO.SS. CGIL FP – CISL FP – UIL FPL – FIALS – FSI- USAE

Torna su
UdineToday è in caricamento