Approvato il bilancio 2019 di A&T 2000: aumentano utile e ricavi del gestore pubblico di rifiuti

Constatata l'elevata qualità nella gestione dei rifiuti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Gli Enti Soci di A&T 2000 S.p.A., gestore pubblico dei rifiuti in 51 Comuni del Friuli Venezia Giulia, nelle sedute del Coordinamento dei Soci “per il controllo analogo congiunto” e dell’Assemblea dei Soci del 16 luglio 2020, che hanno visto una presenza elevata del 94%, hanno approvato il bilancio societario riferito all’anno 2019. Il documento, che ha ricevuto il consenso unanime dei Soci, conferma ancora una volta la solidità economica della società, interamente di proprietà pubblica, l’oculatezza della gestione del servizio pubblico relativo ai rifiuti e l’elevata qualità dei servizi resi ai Comuni serviti e agli utenti.

Statuto e convenzione

Approvati anche il nuovo Statuto e la Convenzione per il controllo analogo. Confermato il Consiglio di Amministrazione. I Soci, in considerazione dei positivi risultati conseguiti nel triennio, dell’indubbio recente sviluppo della società e delle ulteriori prospettive previste per il prossimo futuro, hanno confermato all’unanimità il Consiglio di Amministrazione uscente composto dal Presidente Luciano Aita, dal Vicepresidente Gianpaolo Graberi e dal Consigliere Marilena Domini. La grande maggioranza dei Soci ha convenuto sulla durata del mandato per ulteriori 2 esercizi. Il Presidente Aita esprime «soddisfazione per il consenso dei Soci sul lavoro svolto dal C.d.A. e per la scelta di dare continuità ai risultati finora conseguiti, anche in considerazione delle nuove opportunità che la società si troverà ad affrontare».

Risultati economici

I costi per i Comuni e gli utenti rimangono bassi. Come sempre accaduto fin dalla costituzione della società, anche il bilancio del 2019 ha chiuso in positivo, con un utile al netto delle imposte di 529.986 €, che i Soci hanno destinato a riserva. L’utile, leggermente aumentato rispetto all’anno scorso, anche quest’anno risulta in linea con la volontà consolidata dei Soci di A&T 2000, che prevede utili contenuti ed esclusivamente di natura tecnica, necessari per garantire un servizio di elevata qualità e con i costi sotto controllo. Riguardo al fatturato, tutte le componenti dei ricavi delle vendite e delle prestazioni hanno registrato un incremento rispetto all’esercizio precedente (27.016.097 €, ovvero 2.664.857 € in più rispetto al 2018). In particolare, sono aumentati i ricavi da Consorzi di filiera e quelli per le cessioni di materiali di recupero, con l’unica eccezione della cessione della carta da macero e del materiale ferroso, i cui corrispettivi hanno subito un calo di mercato a livello globale. L’incremento dei ricavi è dovuto soprattutto ai maggiori conferimenti di carta e cartone e degli imballaggi in plastica presso l’impianto di proprietà di Rive d’Arcano. Per contro, i costi totali della produzione sono stati pari a 26.587.860 €, con un aumento di 2.558.409 € rispetto all’esercizio precedente. Questo incremento, strettamente correlato all'andamento dei ricavi conseguiti, ha riguardato tra gli altri i costi di smaltimento dei rifiuti ingombranti e del rifiuto indifferenziato, anch’essi aumentati in maniera generalizzata negli ultimi anni su scala globale. Nonostante questi aumenti, che in ogni caso tutti i gestori hanno dovuto affrontare, i costi medi di gestione dei rifiuti nei Comuni di A&T 2000 rimangono molto bassi e rappresentativi di una gestione oculata. Infatti, il costo medio procapite nel 2019 è stato di 97 €/abitante, in linea con quello degli ultimi anni (94 €/abitante nel 2018), che posiziona la società tra i migliori esempi a livello nazionale. Infatti, in base ai dati ufficiali regionali e nazionali finora disponibili (ISPRA - Rapporto rifiuti urbani 2019), la media nazionale è di 175 €/abitante e quella regionale di 128 €/abitante. Da quest’anno questi costi si rifletteranno sulle tariffe applicate agli utenti, Comune per Comune, sulla base delle disposizioni dell’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e dell’AUSIR (Autorità Unica per i Servizi Idrici e i Rifiuti), pertanto gli importi che ciascun utente si troverà a pagare con la tassa o tariffa rifiuti saranno in funzione di quanto stabilito dalle Autorità a livello nazionale e regionale. In ogni caso, il Consiglio d’Amministrazione di A&T 2000, con il forte mandato dei Comuni, si attiverà con le Autorità per ridurre al minimo l’impatto del nuovo sistema di regolazione sugli utenti. Servizi di elevata qualità per il territorio. Anche nel corso del 2019, A&T 2000 ha consolidato l’erogazione dei servizi sul territorio, occupandosi dell’organizzazione della raccolta dei rifiuti in 50 Comuni dell’ex provincia di Udine e a San Dorligo della Valle - Občina Dolina (TS). I servizi resi dalla società si caratterizzano per l’elevata qualità, la solidità e l’efficacia del modello di raccolta adottato, l’attenzione verso gli utenti e i controlli capillari sul territorio. In 45 Comuni la raccolta dei rifiuti avviene con la modalità porta a porta integrale “controllata”, un sistema introdotto da A&T 2000 già nel 2007. Inoltre, la società - uno dei pochi gestori a livello nazionale e l’unico in regione - ha gestito la tariffa puntuale corrispettiva in 13 Comuni (15 dal 2020), sviluppando anche un progetto di unificazione dei regolamenti e delle modalità di applicazione delle tariffe. Sono proseguite le attività di sensibilizzazione, in particolare presso le scuole, con modalità molto apprezzate sia dagli alunni che dagli insegnanti (il progetto per l’anno scolastico 2019-2020, dedicato al tema dell’inquinamento da plastica, ha visto un numero elevatissimo di classi aderenti, pari a 378 classi iscritte). E’ continuata anche l’attività nel settore dei rifiuti speciali e dei rifiuti agricoli, complementare a quella dei rifiuti urbani e rivolta ad aziende e privati cittadini, anche all’esterno del proprio bacino. Sul fronte dell’innovazione, A&T 2000, tenendo conto delle peculiarità e delle esigenze del proprio territorio di riferimento, sta inoltre sviluppando le attività nel settore delle biomasse attraverso la gestione della specifica piattaforma di raccolta presso il comune di San Dorligo della Valle-Dolina, l’impianto sperimentale di essicazione delle biomasse tramite l'utilizzo di specchi lineari posizionato presso la futura sede di Pozzuolo del Friuli e la partecipazione a progetti europei dedicati a questo settore.

Eccellenza nella raccolta differenziata dei rifiuti in collaborazione con gli utenti

A&T 2000 conferma la propria capacità di progettare e mettere in campo servizi efficaci che assicurano un’effettiva valorizzazione dei rifiuti raccolti e che si pongono perfettamente in linea con gli obiettivi fissati dalle direttive europee e dalla normativa nazionale e regionale. I risultati conseguiti sono stati riconosciuti più volte anche a livello nazionale nell'ambito dell'importante iniziativa Comuni Ricicloni di Legambiente, sotto il patrocinio del Ministero dell'Ambiente. Grazie soprattutto all’impegno degli utenti, con cui A&T 2000 ha costruito in questi anni una collaborazione costante e un rapporto diretto, oltre che con il sistema di raccolta porta a porta e la tariffa puntuale, si ottengono: • elevate percentuali di raccolta differenziata (in media 77,8 % nel 2019 – dato interno in corso di validazione da parte di ARPA FVG – in linea con il 78,9 % dello scorso anno; nel 2018 la media regionale è stata del 67,7% e quella nazionale del 58,1%); • elevatissimi livelli di qualità merceologica dei rifiuti raccolti (in media le impurità sono estremamente ridotte: circa l'1% per carta, umido e vetro e circa il 12% per gli imballaggi in plastica e in metallo) e, conseguentemente, i più elevati ricavi disponibili sul mercato dalla cessione agli impianti e nell'ambito dei Consorzi di filiera, a tutto beneficio dei Comuni serviti cui i proventi vengono puntualmente distribuiti. Inoltre, grazie all'elevata qualità dei rifiuti raccolti presso i propri utenti, A&T 2000 è l'unico gestore in Regione a poter conferire gli imballaggi in plastica e in metallo direttamente alla piattaforma CSS di San Giorgio di Nogaro, senza necessità di una preventiva selezione e senza incorrere nei relativi costi, ancora una volta a tutto vantaggio dei Comuni serviti. • un'estrema riduzione della produzione pro-capite di rifiuto indifferenziato: nel 2019 in media 81 kg/abitante (in linea con i 78 kg pro-capite del 2018), con una media ulteriormente più bassa di soli 55 kg/abitante (51 kg nel 2018) riferita ai comuni che hanno adottato la tariffazione puntuale. Nel 2018 la media regionale è stata di 150 kg/abitante, mentre quella dei Comuni dell’ex provincia di Udine (esclusi quelli gestiti da A&T 2000) è stata di 178 kg/abitante. Si tratta di un risultato particolarmente importante se si considera che il rifiuto indifferenziato (secco residuo) è quello più inquinante, in quanto destinato a discariche e inceneritori, e il più costoso dal punto di vista dello smaltimento, con costi in continuo aumento a livello europeo. Gli impianti di A&T 2000. Il piano industriale per il prossimo triennio prevede il miglioramento della performance dei due impianti della società. In particolare, sono previsti investimenti presso l'impianto di proprietà di Rive d'Arcano, dedicato al trattamento dei rifiuti differenziati, al fine di aumentarne la redditività, ridurre le tariffe a favore dei Soci e migliorare l'efficacia dei processi di lavorazione e selezione, anche attraverso l'aumento della potenzialità e l'adeguamento della viabilità d'accesso. Per quanto riguarda l'impianto di compostaggio di Codroipo, affidato in concessione ed entrato in funzione a giugno 2016, lo stesso si sta rivelando un investimento strategico, in grado anche di assicurare la stabilità dei costi di conferimento. Infatti, ne è già stato autorizzato l’ampiamento di potenzialità da 31.000 a 45.000 ton/anno, elemento che porterà ad un ulteriore abbassamento del canone di conferimento per i Soci, che già si posiziona tra i più bassi sul mercato.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento