rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Animali

Intossicazione da sodio, cosa fare se Fido beve troppa acqua di mare

Giocare in spiaggia con il nostro miglior amico è un toccasana per la salute nostra e di Fido. Attenzione però a non fargli bere, anche accidentalmente, troppa acqua salata. Ecco i rischi e le accortezze da avere

Quanto divertente non è correre in riva al mare giocando con il proprio padrone? Con l'estate il nostro Fido può godersi anche lui una vacanza in spiaggia insieme a noi. Sempre più spesso, infatti, anche le località di mare del Friuli si stanno attrezzando per offrire ai villeggianti le "dog beach", uffici spiaggia dedicati agli amici a quattro zampe con servizi a loro appositamente dedicati.

Tuttavia ai padroni resta il compito di avere alcune accortezze per Fido, dall'evitare le ore più calde della giornata a offrirgli sempre un'ombra sotto cui ripararsi. Insomma, le regole del buon senso che adotteremmo anche per bambini e anziani.
A tutto questo si aggiunge l'attenzione che dobbiamo prestare affinché il nostro amico non ingerisca troppa acqua di mare salata. I rischi? Vediamoli in sintesi

Intossicazione da cloruro di sodio

L'acqua di mare è ricca di cloruro di sodio e un'eccessiva ingestione provoca l'aumento del livello di sodio nel sangue con conseguenze che possono essere addirittura letali. Bere eccessiva acqua di mare, infatti, può causare un avvelenamento da sodio, noto anche come ipersodiemia. Ci si potrebbe domandare come questo possa accadere. Niente di più facile. Se giochiamo molto con il nostro cane sotto il sole, l'animale avrà ovviamente molta sete e se non ha a disposizione dell'acqua potabile può capitare che per dissetarsi beva quella del mare. Se, inoltre, giochiamo con lui, magari tirandogli una palla, quando il mare è mosso o molto mosso, le onde potrebbero fargli bere inevitabilmente dell'acqua salata senza che lui e noi, presi dal divertimento, ce ne accorgiamo. Questo vale per tutti, ma a maggior ragione per i cani di piccola taglia, sia perché essendo più bassi è più facile che l'acqua arrivi loro alla bocca, sia perché con ridotte dimensioni corporee si possono più facilmente verificare, in proporzione, intossicazioni anche con quantità limitate di cloruro di iodio.

Sintomi da intossicazione da sodio

Ma come ci si accorge se il nostro cane si è intossicato? I sintomi tipici sono vomito, diarrea, inappetenza, tremori, apatia, difficoltà a camminare, ipersalivazione, urinazione eccessiva (per eliminare da solo il sale in eccesso) e sete eccessiva (questo per cercare di ripristinare il suo equilibrio idro-elettrolitico). In tutti questi casi la prima cosa da fare è dargli da bere acqua dolce, fresca e pulita, al proprio cane. Nel caso in cui i sintomi persistano è bene rivolgere quanto prima a un veterinario.

Il pelo

L'acqua di mare fa bene anche al pelo del nostro cane. Attenzione, tuttavia, a non esagerare. Se, infatti, preferibilmente sotto il consiglio del veterinario, il mare può essere un toccasana per la cute e il pelo di Fido, anche qui la regola è “mai esagerare”. Anzi, al termine di ogni giornata passata al mare in compagnia del nostro amico a quattro zampe è bene sciacquarlo accuratamente con acqua dolce corrente massaggiando la cute, quindi spazzolarlo e strofinarlo con un asciugamano.

Orecchie comprese (soprattutto per chi ha orecchie pendule come i bassotti). Questo per evitare il ristagno di acqua e l'insorgenza di otiti batteriche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intossicazione da sodio, cosa fare se Fido beve troppa acqua di mare

UdineToday è in caricamento