Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A Udine nessuno pensa ai ricchi, sono discriminati", l'intervento choc del consigliere comunale

Carlo Pavan, consigliere comunale della Lega è intervenuto nel consiglio del 18 maggio chiedendo che i ricchi di Udine non siano discriminati

 

La minoranza in consiglio comunale a Udine ha insistito per settimane affinché si svolgesse la seduta che riuniva maggioranza e opposizione, dopo lo stop alle riunioni causa lockdown: nessuno si aspettava però che, durante il primo agognato consiglio, che si è svolto lo scorso 18 maggio, tra gli interventi ce ne fosse uno "a favore dei ricchi discriminati". A esprimersi così il consigliere in forza alla Lega Carlo Pavan. 

«Qua si parla sempre e solo dei poveri. Ma, e i ricchi che pagano l'Imu? O i ricchi che pagano le tasse e nessuno dice niente? Ci sono anche i ricchi a Udine, non ci sono solo i poveri. È chiaro che sono classi da tutelare di più, quelle povere però la disparità di trattamento i democratici non la citano», continua imperterrito Pavan, proseguendo su alcune considerazioni riguardanti alcune presunte persone in coda per acquistare dei telefoni cellulari. «Era gente in tuta, e non voglio disprezzare quelli che erano in tuta, non era gente in giacca e cravatta!», si è accanito Pavan, chiedendosi se ci siano finti poveri. 

Le critiche

L'intervento risale allo scorso 18 maggio, ma è da ieri che il video circola sui social, attirando le critiche di cittadini e politici. Enrico Bertossi, capogruppo di PrimaUdine scrive "Al di là di ogni polemica politica credo in tanti anni di non aver mai sentito un intervento più vergognoso in consiglio comunale. Al netto delle corna e della pagliacciata dei guanti di colore diverso.... Vorrei capire perché il presidente non è intervenuto". La consigliera dem Cinzia Del Torre commenta che "Da questo intervento, dalla tesi espressa da Pavan si spiega perché la maggioranza non abbia ancora elaborato una manovra per fare fronte alla crisi e per quale motivo, ad oggi, il Consiglio Comunale nel 2020 si sia riunito solo 2 volte". Anche il capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale Alessandro Venanzi non si è risparmiato, commentando che "ne ho visti di consigli in 12 anni, ma non si è mai toccato un livello così basso come in questa consiliatura".

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento