Young Boys - Udinese 3-1 | Sconfitta che complica il passaggio del turno

Bruttissima prestazione per la squadra friulana, che ha creato pochissime occasioni che potessero impensierire la squadra svizzera. A causa della vittoria del Liverpool sull'Anzhi, ora i bianconeri sono terzi nel girone

Non c'è storia. Gli svizzeri dello Young Boys di Berna sono bravi a capitalizzare tutte le occasioni del match (tre), da cui nascono 2 gol e il rigore per il terzo. A segnare le tre reti è Raul Bobadilla, argentino classe '87 che tre anni fa era vicino a vestire la maglia bianconera. Il destino ha voluto che fosse lui a "matare" i friulani. Certo, la squadra di Guidolin gli rende la vita facile, priva di un centrocampo solido e con una difesa ballerina come mai nelle ultime stagioni.

LE PAGELLE DELL'INCONTRO DELLO STADE DE SUISSE

Poche sorprese all'inizio della gara. Una su tutte, Coda titolare al posto di Domizzi. Davanti Ranegie punta con Fabbrini a svariare alle sue spalle. Gli svizzeri schierano un 4-2-3-1 offensivissimo, con Bobadilla perno d'attacco. E si capisce subito che il centrocampo bianconero deve ancora rodarsi per bene. Badu sbaglia ingenuamente la marcatura, e Zarate serve la punta argentina con un filtrante che trova impreparata la difesa. Bobadilla spiazza Brkic in uscita ed insacca il primo gol dopo solo 4 minuti. Dovrebbe essere da sprone per l'Udinese questo gol, la tanto decantata "doccia fredda". Ma la formazione ospite non crea nulla, non affonda mai ed anzi sbaglia parecchio a centrocampo.

Così non va, bisogna cambiare qualcosa. È questo che pensano tutti gli spettatori bianconeri, ed è questo ciò che pensa anche Guidolin, che lascia negli spogliatoi Badu e Ranegie per mettere in campo Pereryra e Di Natale. E il cambio serve, almeno per un po'. I bianconeri arrivano addirittura a tirare in porta due volte, sempre con Fabbrini che trova Wolfli pronto. Il pareggio non sembra lontano, ma dopo un giro di sostituzioni (per l'Udinese Domizzi al posto di Lazzari con Danilo spostato in mediana) arriva il raddoppio svizzero. Armero perde palla e serve Bobadilla, che prima salta Coda, fa a sportellate con Danilo ed infine spara una fucilata verso la porta, sulla quale Brkic può veramente poco. L'Udinese orgogliosamente si riscuote, e trova il gol della bandiera nell'unico modo possibile in questo momento: da palla inattiva. Armero dalla bandierina, Domizzi prolunga e Coda in tuffo insacca, baciando la maglia.

Serve a poco. Al 36' Domizzi falcia Gonzalez in area, rigore sacrosanto. Dal dischetto ancora Bobadilla, che segna la tripletta. Due minuti dopo, ad aggravare una serata già nera, esce Benatia per infortunio. Nel finale, con l'Udinese in dieci, gli svizzeri amministrano senza affondare. Per passare il turno serve molto di più. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Consegna dei diplomi ai maturandi del Manzini, premiati anche gli "ambasciatori" della scuola

  • Sport

    L'Udinese costruisce ma non finalizza. Al Friuli passa il Parma

  • Cronaca

    Educatori privi di titoli, in arrivo il corso dell'Università di Udine

  • Cronaca

    Rapine furti e violenze in Friuli, si nascondeva in Germania

I più letti della settimana

  • Incidente mortale lungo la 463, la vittima è un 55enne di Bertiolo

  • Schianto all'alba al rientro da una festa, il 18enne alla guida aveva bevuto

  • Scontro mortale a San Daniele, strada regionale in tilt

  • Concessionario d'auto abusivo scoperto dalla Polizia

  • In fila dall'alba per accaparrarsi i biglietti del concerto di Vasco

  • Schianto mortale in Chiavris, perde la vita un uomo

Torna su
UdineToday è in caricamento