Una Sup Marathon estrema a Lignano

Una dura prova di 23 km con pioggia e raffiche di vento per l'European Contest organizzato da Tiliaventum asd

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Si è svolta domenica 12 maggio la quarta edizione della pagaiata di 23 chilometri a Lignano Sabbiadoro, un'edizione da "gladiatori" del mare tra pioggia scrosciante, vento e temperature disagevoli, svoltasi in concomitanza con la Festa dello Sport in cui le altre manifestazioni all'aperto sono state purtroppo annullate. La prova di SUP (Pagaiare in piedi su una tavola tipo surf) è una disciplina in fortissima crescita in tutto il mondo e l'evento lignanese (aperto anche ad altri mezzi remieri) ha richiamato i più tenaci atleti da varie parti d'Europa accolti da condizioni meteorologiche proibitive. Il periplo della penisola friulana ha visto la partenza dalla spiaggia, per poi raggiungere le foci del Tagliamento, risalirle con vento e corrente contrari, attraversare il tratto di litoranea veneta che sbocca nella splendida #laguna di #Marano dove la resistenza degli atleti è stata messa a dura prova in questo lungo tratto dalle fredde raffiche di vento da Nord, per finire con l'attraversamento del Passo marittimo di Porto Lignano, entrare nuovamente nelle acque dell'Adriatico lambendo la Terrazza a Mare dove si stava svolgendo la bagnata cerimonia di inaugurazione della stagione balneare e concludere con l'arrivo in spiaggia. La complessa organizzazione affidata a Tiliaventum asd e supportata da tutti gli operatori e associazioni locali che si occupano di Sup, tra cui 55 splendidi volontari nelle varie postazioni di controllo e sicurezza e 7 mezzi nautici di assistenza è stata messa a dura prova portando a termine un'evento che verrà ricordato tra i più duri, con atleti che hanno preferito non partire, altri hanno fatto da pubblico, altri ancora, stremati, sono stati accolti a bordo dei mezzi di assistenza, i più tenaci hanno concluso la prova affaticati ma felicissimi dopo 23 chilometri di fatiche in acqua. Un successo per i colori locali che hanno visto primeggiare Davide Ionico (aggiudicatosi il premio speciale Garmin) seguito da Leonardo Toso entrambe del Team MD Systems, reduci da importanti affermazioni nei circuiti internazionali, per gli altri coraggiosi in singolo di rilievo l'affermazione di Flavio Crivellari, per i kajak un temerario Adriano Mulloni, per le staffette il team MD Systems, i Sopravvissuti, i Cappelloni. Sono seguiti i festeggiamenti a terra nella accogliente location di Lignano Sabbiadoro Beach alla presenza del supper e Vice Sindaco Alessandro Marosa e animati dall'energia travolgente di Gilberto Zorat. Prossimo evento lignanese per la specialità la 10^ edizione della Lignano Sup Race a settembre 2019, non mancate. Classifica per categorie 14' single racer 1 Davide Ionico 2 Leonardo Toso 3 Rok Puvar 4 Michele Capizzi 5 Franco Perissinotto 6 Gregor Mohorič 14' team race 1 I Sopravvissuti - Sanson-Delle Vedove 12'6" Single Racer 1 Marco Stori Allround Single Racer 1. Flavio Crivellari 2. Andrea Tosi 3. Pavio Horyachyy Allround Team 3 racer 1. I Cappelloni - Veronese-Iliardo-Arabella AllRound Team 4 racer 1 MD Systems SRL - Sistemi di Sicurezza Professionali Marco Cavalli-Delle Vedove-Mansutti-Susanna Kayak 1. Andrea Mulloni Un ringraziamento speciale a tutti i partner, associazioni, volontari e media partner per altre info e classifiche http://www.lignanosuppmarathon.com http://www.tiliaventum.com

Torna su
UdineToday è in caricamento