Udinese - Juventus 1-4 | Sonora sconfitta per i bianconeri di Guidolin

Al posto della rinascita tanto auspicata é arrivata una sconfitta contro i campioni d'Italia, aiutati dall'espulsione di Brkic

 

Doveva essere la serata della rinascita. Invece é stata una disfatta su tutti i fronti. 4 a 1 in casa con i campioni d'Italia. La partita si é praticamente chiusa al 13' minuto del primo tempo, quando Brkic é stato espulso per fallo su Giovinco, e la Juventus ha realizzato il successivo rigore. Una delle poche note positive, la prestazione di Andrea Lazzari, arrivato in Friuli da quattro giorni e autore del gol della bandiera.
 
Quasi 27mila persone fanno da cornice a questa sfida, per assistere a quella rinascita che tutti hanno richiesto. Guidolin si affida alla formazione titolare , con Lazzari titolare dal primo minuto al posto di Willians, deludente contro il Braga. La Juventus, osservata dall'alto da Antonio Conte (nel box vicino a quello del Paron Pozzo), schiera l'ex Asamoah sulla fascia sinistra, con Giovinco a fianco di Vucinic in attacco. Pronti, via, e la partita si preannuncia scoppiettante: un'azione per parte nel primo minuto. Poi però al 13' arriva il rigore. Giovinco si scontra con Brkic al limite dell'area, e Valeri decreta il penalty e l'espulsione -eccessiva- per il portiere.  Sul dischetto va Vidal che supera Padelli, entrato al posto di Fabbrini. 
 
Valeri sembra perdere di mano la partita, e tra il 15' e il 45' fischia molte volte, ammonendo Di Natale, Marchisio, Bonucci e Armero. Proprio il colombiano causa il gol del due a zero, perdendo palla di fronte ad Asamoah, che mette in mezzo. Il pallone arriva a Vucinic, che con un tiro a giro supera un immobile Padelli. Nella ripresa, Guidolin toglie Pereyra per Muriel. Poco dopo il cambio, al 53' arriva il 3 a 0 di Giovinco, che ribatte in rete una respinta corta del portiere. Al 71' arriva anche la doppietta personale della "formica atomica", con un tiro dalla destra dell'area che passa tra le maglie della difesa e buca Padelli, ancora una volta immobile.
 
A dare un po' di brio all'Udinese é Allan, entrato al posto di Di Natale. Il brasiliano prima serve l'assist per Lazzari, che da due passi insacca il gol della bandiera, e poi si prende sulle spalle l'attacco bianconero al posto di uno spento Muriel. L'Udinese non riesce più a rendersi pericolosa, e la Juventus controlla la partita fino al fischio finale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Consegna dei diplomi ai maturandi del Manzini, premiati anche gli "ambasciatori" della scuola

  • Sport

    L'Udinese costruisce ma non finalizza. Al Friuli passa il Parma

  • Cronaca

    Educatori privi di titoli, in arrivo il corso dell'Università di Udine

  • Cronaca

    Rapine furti e violenze in Friuli, si nascondeva in Germania

I più letti della settimana

  • Incidente mortale lungo la 463, la vittima è un 55enne di Bertiolo

  • Schianto all'alba al rientro da una festa, il 18enne alla guida aveva bevuto

  • Scontro mortale a San Daniele, strada regionale in tilt

  • Concessionario d'auto abusivo scoperto dalla Polizia

  • In fila dall'alba per accaparrarsi i biglietti del concerto di Vasco

  • Schianto mortale in Chiavris, perde la vita un uomo

Torna su
UdineToday è in caricamento