Massimo Blasoni e gli affari a gonfie vele: "Se Pozzo vende compro l'Udinese"

A margine della presentazione di "Work on Time", la prima agenzia di lavoro interinale con sede legale in Friuli Venezia Giulia, l'imprenditore udinese ha lanciato la provocazione

Massimo Blasoni assieme al gruppo organizzativo che ha dato vita a Work on Time: Monica Cirilli, Simone Bressan e Sergio Vescovi

Nasce Work on Time, prima agenzia per il lavoro con sede in Friuli Venezia Giulia, e il suo patron Massimo Blasoni ruba subito la scena alla nuova creatura con una battuta che rivela lo stato di salute del suo gruppo. Provocato scherzosamente su un derby cestistico con l'Alma Trieste tramite un impegno economico nel basket (sarebbe stato un ritorno ndr) rilancia con il suo stile: "Alma ha la sede legale a Napoli, quindi nessun derby. Però stiamo così bene che se Pozzo avesse intenzione di vendere potremmo comprare l'Udinese". La boutade gli riesce, i cronisti annotano e lui, conoscendo bene le regole del gioco, chiede immediatamente di non scrivere.

Work on Time

Battute a parte di concreto, e non è poco, resta l'iniziativa imprenditoriale. Si tratta di un'agenzia per il lavoro generalista, abilitata alla somministrazione di lavoro, alla ricerca e alla selezione del personale, all'outsourcing e al supporto necessario in casi di ricollocazione, Il management è di grande esperienza: il Ceo è Sergio Vescovi, con un passato ventennale nel settore delle risorse umane. Tra le figura apicali anche Monica Cirilli, già dirigente in Etjca, Fabiana Fortunato - con trascorsi in Randstad Italia - e Massimo Marianella, responsabile regionale e figura storica in e-work.

I dati

In Italia gli occupati in regime di somministrazione sono aumentati del 24,4 per cento nell'ultimo anno per il quale si hanno dati a disposizione (2017). Un terzo della crescita totale dei lavoratori è dovuto all'incremento in Lombardia, che fa segnare più 27,4 per cento. Seguono Emilia Romagna (27,8 per cento) e Friuli Venezia Giulia (25,5 per cento). Nel nostro paese il numero di interinali, in percentuale, ha numeri inferiori rispetto all'Europa: è quindi presumibile che il mercato offra ulteriori margini di crescita. In Italia l'1,5% dei lavoratori è occupato tramite le agenzie per il lavoro, mentre Usa e Regno Unito fanno segnare rispettivamente 2,2 e 3,8 per cento. Anche ragionando su queste cifre Massimo Blasoni ha dato il via alla sua nuova avventura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento