Giro d'Italia: dal prossimo anno ritorna lo Zoncolan

A margine della seconda tappa in Regione, vinta dal lituano Ramunas Navardauskas della Garmin Sharp, sono emerse forti indiscrezioni sul percorso del prossimo anno, che dovrebbe prevedere la montagna più dura d'Europa

E' stato il lituano Ramunas Navardauskas (Garmin Sharp) a vincere per distacco l'undicesima tappa del Giro d'Italia, da Tarvisio (Cave del Predil) al Vajont, nel comune di Erto e Casso, attraverso un percorso lungo 182 chilometri.

Navardauskas ha vinto con il tempo di 4h23'14'', davanti a Daniel Oss (Bmc), secondo, che è giunto sul traguardo a 1'07''. Il messinese Vincenzo Nibali (Astana) ha conservato la maglia rosa di leader della classifica generale.

La  notizia più significativa però è quella che vorrebbe l'anno prossimo, secondo le prime indiscrezioni, il ritorno dello Zoncolan nel percorso. La temibilissima montagna dovrebbe essere scalata addirittura due volte. Si dovrebbe cominciare dal versante di Ovaro, che è considerato il più duro. Il Giro dovrebbe interessare il Friuli Venezia Giulia nella settimana conclusiva, ovvero quella decisiva.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Inseguimento in viale Palmanova, è caccia all'uomo

    • Cronaca

      Donna alla guida senza problemi con un tasso alcolemico di 2,99

    • Cronaca

      E' un minorenne il responsabile dell'incendio al Punto Pausa di Latisana

    • Cronaca

      Le Esse di Raveo lasciano la Carnia per la Carinzia

    I più letti della settimana

    • Udinese-Roma 0:1 | Le pagelle della partita

    • FOTONOTIZIA Il tifo del basket contro il Comune: «Sciogliete la Giunta»

    • Novità per l'Italia: allo stadio Friuli si testerà la tecnologia Var online

    • Delneri: "Non ci adatteremo alla Roma, Lasagna acquisto importante per il futuro"

    • Combinata nordica: terzo posto per il carnico Pittin

    • Udinese-Roma 0:1 | Un graffio di Nainngolan condanna i bianconeri

    Torna su
    UdineToday è in caricamento