Colloredo di Montalbano: nuova "club house" per il calcio locale

Da oggi in poi gli appassionati di pallone potranno assistere alle partite del campo comunale di Mels riparati e al caldo, incuranti delle condizioni atmosferiche esterne

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Più spazio e strutture per lo sport e l’aggregazione giovanile a Colloredo di Monte Albano. Sono stati ultimati, infatti, e già utilizzati, i nuovi e moderni locali attrezzati per assistere alle partite di calcio al chiuso e al caldo nell’area di gioco di Mels.

La struttura è ampia, dotata di uno spazio cucina per le griglie e la preparazione di panini, e si compone, nella parte che guarda al campo, di una vasta e lunga vetrata. Anche con le basse temperature, quindi, gli appassionati del pallone potranno godersi le partite senza battere i denti.

L’accesso all’immobile è garantito anche per chi ha difficoltà di movimento ed è servito, naturalmente, da servizi igienici e lavandini. “È un luogo importante dove i giovani possono incontrarsi e stare assieme la domenica - spiegano gli assessori allo sport, Luca Ovan e all’ambiente, Giovanni Londero -. Per questo intendiamo potenziare ulteriormente l’impianto con la realizzazione di una nuova area da gioco in sintetico, sempre a Mels”.

Il campo più grande, quello già utilizzato dalle squadre locali e da quelle di Majano, è gestito, in base a un accordo con l’amministrazione municipale, dalla “Asd Calcio Colloredo”.

Sempre sul fronte sport, il Governo locale ha presentato istanza di contributo per una somma di circa 200mila euro alla Regione, per la creazione di un terzo campo da calcio, questa volta nel capoluogo, vicino alle scuole. “È la seconda volta che chiediamo questo specifico fondo – spiegano Londero e Ovan -; crediamo importante mettere a disposizione dei ragazzi delle scuole, e non solo, un’area gioco moderna, in sintetico, nel cuore del paese”.

In passato esisteva già in loco un campo di sfogo per giocare a pallone. Poi l’area fu in parte utilizzata per realizzare la nuove sede di Protezione civile e si rese necessaria una parziale demolizione dell’impianto sportivo. “Quando disporremo della somma necessaria realizzeremo una nuova viabilità d’accesso e un nuovo campo da calcio per i ragazzi, con funzione sociale di aggregazione”.

 

Torna su
UdineToday è in caricamento