Palmanova, i vertici del calcio italiano per la nuova sede dilettanti

All’evento presenti il presidente Figc Gabriele Gravina, il presidente nazionale Lnd Cosimo Sibilia e il suo omologo regionale Ermes Canciani, le istituzioni di Regione e il sindaco Francesco Martines

Il Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia della Lega Nazionale Dilettanti è pronto a inaugurare la sua nuova sede e diventare ancora più punto di riferimento per il calcio regionale. 

Taglio del nastro

L’importante e atteso appuntamento è fissato a Palmanova per il prossimo venerdì 22 marzo alle 16, in piazza Grande 11 – ingresso via Scamozzi – luogo in cui giungeranno il sindaco Francesco Martines e le istituzioni regionali. Insieme a loro saranno presenti i massimi vertici di Figc con il presidente Gabriele Gravina, della Lega Nazionale Dilettanti guidata da Cosimo Sibilia e del comitato regionale Friuli Venezia Giulia di Lnd presieduto da Ermes Canciani. 

La nuova sede

Una nuova sede, aperta tutti i giorni, in quella che sarà la casa di tutte le componenti: il senso di questa iniziativa può essere sintetizzato così. Una casa per il calcio regionale che, dopo tanti anni, diventa realtà per dare continuità e linfa alle attività che, da sempre, il Comitato regionale porta avanti. Un passo importante, quello che si andrà a compiere, con la nuova sede baricentrica e rinnovata con tutti i criteri di efficienza nel rispetto delle normative in tema di ricostruzione. Inutile negare che la dematerializzazione delle procedure burocratiche ha cambiato i rapporti tra le Società e questo Comitato, instaurando un legame sempre più forte di assistenza e consultazione tra le parti. Qui si potranno trovare e confrontare tutte le componenti: del Comitato Regionale Arbitri, della Giustizia sportiva intesa come Giudice sportivo e Tribunale Federale, fino alle rappresentative regionali che godranno di alcuni locali adibiti a magazzino e altri per le riunioni degli staff tecnici. Rappresentative regionali fiore all’occhiello di questo Comitato, con le vittorie conquistate negli anni dalle selezioni “Giovanissimi” e “Juniores” e il vanto di potere inaugurare la sede da “Campioni d’Italia” visto il titolo della massima categoria riportato in Regione, lo scorso anno, dopo 34 anni. 

Il traguardo

Una nuova sede che va a mantenere l’obiettivo della riduzione dei costi con la cessazione del pagamento di affitto per i locali siti a Trieste, unitamente allo spostamento della Delegazione di Udine presso gli uffici del C.O.N.I allo stadio “Friuli – Dacia Arena”. Un traguardo fondamentale quello dell’apertura della nuova sede, dopo i tanti problemi di natura burocratica, che si è voluta riammodernare in maniera definitiva, in ottica futura con il chiaro scopo di essere punto di riferimento per tutte le persone che gravitano intorno al mondo del calcio regionale. «Ringrazio - le parole del presidente regionale Ermes Canciani - innanzitutto la Lega Nazionale Dilettanti, nella persona del presidente Cosimo Sibilia e del presidente del collegio dei revisori dei conti, Felicio De Luca, che sono stati determinanti nell’accelerazione dei tempi per la realizzazione della sede. Il mio grazie particolare va poi al Presidente Carlo Tavecchio il quale, attraverso una modifica dello statuto, ha permesso che la sede di un Comitato Regionale potesse essere spostata dal capoluogo ad altra sede scelta dalle società. Un grazie, non per ultimo, all’architetto Gian Carlo Presicci, direttore dei lavori, per il suo importante impegno affinché questo risultato fosse raggiunto. Il mio augurio è che questa inaugurazione sia determinante per l’avvio di una serie di rapporti nuovi tra le varie componenti: vicine, coese, ma soprattutto destinate unicamente a fare il bene del nostro amato calcio dei dilettanti del Friuli Venezia Giulia».         

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento