Tavagnacco a forza sei contro la Lazio

Le biancazzurre mai in partita sul terreno delle gialloblu. Attacco friulano atomico: Brumana già a quota 14 reti in campionato

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Un film già visto e rivisto in casa gialloblu: la goleada. Dopo Fiammamonza, Mozzecane, Torino e Grifo Perugia, anche la Lazio deve arrendersi dinanzi alla superlativa forza del micidiale attacco gialloblu, mai sazio di reti e che continua a superare ogni record, visto che 39 reti, dopo 9 giornate di campionato, sono un bottino mai registrato in casa friulana. Brumana, sempre più regina del goal (ora sale a 14) con una tripletta personale, festeggia nel miglior dei modi la convocazione in nazionale  ed allunga il suo primato nella classifica marcatrici. Partita a senso unico, praticamente già archiviata nella prima frazione di gioco. Primo affondo gialloblu già al 4’ con rasoiata dal limite di Tuttino e Fazio che salva in corner. Lazio che appena mette fuori la testa, si fa pericolosa al 10’ con Lanzieri che colpisce al volo il palo, dopo una sbavatura di Bissoli (tentativo di una “bicicletta” mal riuscita). Graphistudio che gonfia la rete al 17’ con un tiro da fuori di Brumana. 2-0 che arriva una sessantina di secondi dopo, ancora con la comasca (goal di testa su ottimo cross tagliato dalla sinistra di Camporese). Tris che arriva al 35’ con Camporese che a tu per tu con Fazio non sbaglia(ottimo filtrante di Zuliani). Graphistudio sempre più padrona del campo e che trova la quarta rete al 38’ con Parisi (tiro a  giro alla Del Piero, non trattenuto da Fazio). Nel finale di tempo, Zuliani fallisce due buone palle goal: al 41’ a due passi dalla porta, dopo ottimo servizio di Brumana dalla destra, e al 42’ lambisce l’incrocio con Fazio che smanaccia in corner. Primo tempo che si conclude sullo 4-0 per la Graphistudio Tavagnacco. Nella ripresa, il copione non cambia con le friulane sempre a tenere in mano la partita, sorrette dalla solita forza tecnica del trio azzurro Parisi, Tuttino, Camporese. La Lazio resta in dieci per espulsione di Ferrazza (doppio giallo) e al 65’ Brumana gioisce per la sua tripletta personale, e il sesto sigillo arriva al 72’ con una autorete in scivolata di Ciarlo (che cercava l’anticipo su Zuliani), dopo assist rasoterra nel mezzo di Camporese nell’area piccola. Per la Lazio, che sprofonda sempre di più nella zona da matita rossa è notte fonda, mentre per la capolista Graphistudio Tavagnacco è di nuovo super festa! Prossima avversaria, il Como in trasferta: un test molto significativo che testerà le future ambizioni gialloblu.

TAVAGNACCO: Marchitelli, Martinelli ,Rodella(Pochero 60’) ,Tuttino(Bottacin 68’), Laterza , Bissoli(Bischi 52’), Tommasella, Parisi, Zuliani,Brumana, Camporese.  All. Rossi
A disp: Bonassi, Veritti, Peressotti, Lauriola.
LAZIO: Fazio (Melis 71’), Barbero, Monaco, Ciarlo(Savini 87’), Ferrazza, Cassanelli, Berarducci, De Angelis(Castiello 48’), Pecchia, Lanzieri, Giura. All. Mega.
A disp : Grassi, Celli


ARBITRO: Pederzolli di Trento.

RETI: Al 17’ e al 18’ Brumana, al 35’ Camporese, al 38’ Parisi. Nella ripresa, al 20’ Brumana e al 27’ Autorete di Ciarlo.
NOTE: corner 6-0 ; ammonite: Martinelli e Ferrazza. Espulsa Ferrazza per doppia ammonizione al 13’ del secondo tempo. Spettatori:200



 

Torna su
UdineToday è in caricamento