Sasha Vujacic: il basket, Udine e il linguaggio segreto con Kobe Bryant

L'intervista è stata realizzata da Valeria Rubino per il Corriere della Sera

Vi proponiamo l'intervista che Valeria Rubino ha realizzato a Sasha Vujacic per il "Corriere della sera". Il cestista sloveno, classe '84, attualmente gioca nell'NBA per il New York Knicks. Nell'intervista Sasha racconta diversi aneddoti spaziando dall'Italia agli Usa: come si è innamorato del basket a Maribor, la sua carriera iniziata professionalmente a Udine con la Snidero, il suo rapporto con il Friuli e  l'Italia, con l'Nba e Kobe Bryant, compagno di squadra, di lingua e fratello maggiore .

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Vujacic iniziò giovanissimo la sua carriera in Italia, giocando in serie A con la Snaidero Udine dal 2001 al 2004. Nelle tre stagioni in Friuli collezionò 75 presenze complessive, per un totale di 816 punti in 1.818 minuti in campo. Le sue medie andarono progressivamente crescendo sia in termini di minutaggio, sia di punti realizzati e al termine della terza stagione con Udine, Sasha fu selezionato nel draft NBA 2004 come 27a scelta dai Los Angeles Lakers. 

Con la maglia dei Lakers disputò 420 incontri tra il 2004 ed il 2010, collezionando solamente 12 presenze da titolare. Nella stagione 2007-08 chiuse con una percentuale nel tiro da tre pari al 43,5%: è proprio grazie a queste sue capacità di tiratore che gli è stato affibbiato il soprannome "The Machine". Tutto ciò gli permise di diventare stabilmente la riserva di Kobe Bryant, e di accrescere il suo minutaggio fino ad un massimo di 17,8 minuti per gara di media nel 2007-2008. Fu inoltre decisivo in gara-3 della Finali NBA 2008, con 20 punti realizzati contro i Boston Celtics. Nella stagione 2008-2009 vinse il suo primo titolo di campione NBA disputando 80 partite e bissando il successo nella stagione 2009-10 quando scese in campo per ben 67 volte.

Nel dicembre 2010, pur avendo iniziato la stagione 2010-11 ancora con i Lakers, si trasferì ai New Jersey Nets disputando 56 incontri per un totale di 1.593 minuti, suo record personale in una stagione. Dall'agosto 2015, dopo una parentesi breve in Turchia, è tornato a giocare negli Stati Uniti, selezionato dai New York Knicks. Con i newyorkesi, il 9 marzo 2015, ha siglato il suo record di punti in una sola partita mettendo a segno 6 triple su 7 realizzando 23 punti nel mach giocato contro i Phoenix Suns. 

Potrebbe interessarti

  • Contributi per la casa, ecco le nuove regole

  • Le piscine a Udine e dintorni: dove andare per rinfrescarsi in acqua

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Malga Montasio: tutto quello che c'è da sapere

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto in Friuli

  • Scossa di terremoto in Carnia, la terra trema ancora una volta

  • Violenza sessuale su una bambina di 9 anni in un locale del Cividalese

  • Rubano 3mila euro di birra e cibo alla sagra e si bevono quasi tutto, denunciati

  • Contributi per la casa, ecco le nuove regole

  • Incidente stradale, il bilancio è di un morto e tre feriti

Torna su
UdineToday è in caricamento