Gsa Udine battuta e tifosi friulani aggrediti

La Gsa Apu Udine sbaglia l'ultimo tiro e perde contro Cento sia il big match che il primato in classifica. Brutto episodio poco prima dell'incontro ai danni dei tifosi friulani in trasferta: sassi e bastonate al pullman che li trasportava

Il presidente Pedone dà il 5 a Pilotti a fine match (foto Zamolo)

Dopo sei vittorie consecutive, la Gsa Apu Udine di Luca Corpaci cade nel finale e perde il big match contro Cento 81-79, in programma per la sesta di ritorno di serie B. La sconfitta dei friulani fa male, soprattutto pensando all'ultimo tiro e all'ultimo possesso palla sbagliato e al fatto che la classifica vede ora la Gsa perdere la vetta e consegnarla proprio agli avversari emiliani. Gli udinesi escono comunque con onore dal palaBenedetto, al termine di un match incandescente, da clima play-off , segnato, purtroppo, dal triste fatto che ha preceduto la partita e che sembra addirittura esulare dal modo del basket.

IL FATTO: Ad un centinaio di metri dal palasport, all'arrivo della corriera che trasportava una cinquantina di supporter udinesi, è scattato un vero e proprio agguato. Una ventina di persone, molto probabilmente legate al tifo del Bologna Calcio, secondo le prime testimonianze, ha preso di mira il veicolo in arrivo da Udine, lanciando fumogeni, una pietra sul parabrezza e tirando alcune bastonate. Fortunatamente l'intervento immediato dei carabinieri, presenti sul posto con due pattuglie, ha evitato il peggio, disperdendo e allontanando i facinorosi e facendo in modo che la situazione non degenerasse ulteriormente.

LA CRONACA DELLA PARTITA: La Gsa, durante il match, dimostra una certa solidità che le permette anche di comandare in alcuni frangenti. In avvio, Cento s’arrampica sul 17-6 al 5’ (massimo vantaggio) al culmine di un break di 13-0, ma Udine risponde a tono con un parziale di 0-9 che le permette di tornare avanti sul 22-24 al 12’. Da lì, la sfida prosegue ad elastico vivendo molto su parziali e contro parziali. Gli emiliani cercano di allungare sul 46-39 al 19’. La Gsa rimette il naso avanti con un break di 0-8: 46-47 al 21’. Dal 50-54 al 25’, Cento piazza un 10-0 per il 60-54 al 28’. Altro contro break udinese di 0-8: dal 61-57 al 29’ al 61-65 al 31’. La Tramec si riporta in vantaggio sul 72-67 al 35’ grazie a un parziale di 11-2. Sembra finita, ma non è così. La Gsa, lottando su ogni pallone, resta a contatto: 72-71 al 36’ e 74-73 al 37’. Si entra negli ultimi due minuti quasi in parità. Di Trani cerca di spaccare la partita con una tripla: 77-73 a -1’40”. La Gsa non capitalizza il possesso successivo così come Cento a -1’01”. Sul capovolgimento di fronte, Pilotti spara la tripla del 77-76 a -50”. Dall’altra parte, Bianchi segna pure lui dai 6,75 a 2 secondi dallo scadere dei 24”: 80-76 a -28”. Udine ha cuore e lo dimostra Piazza, a bersaglio anch’egli con una tripla: 80-79 a -14”. Scatta per forza la lotteria del fallo sistematico e Vitali si accomoda sulla linea della carità dove fa 1/2 a -9”: 81-79. La Gsa ha l’ultimo possesso tra le mani, sceglie di cercare il cesto del pareggio, ma non va. Peccato. Comunque, la truppa friulana esce a testa alta tra gli applausi del presidente Alessandro Pedone e dei ragazzi del Gruppo deciso al seguito in trasferta.

CENTO 81
GSA 79

19-12, 46-39, 61-57

TRAMEC CENTO
Vitali 19, Ikangi 17, Bianchi 13, Di Trani 18, Quarisa 12, Demartini, Carretti 2, Cutolo; non entrati: Pederzini e Cavazzoli. Coach Albanesi.
GSA APU UDINE
Anello 8, Piazza 5, Zacchetti 20, Zampolli 7, Mlinar, Di Viccaro 12, Pilotti 15, Principe 2, Poltroneri 10; non entrato: Ciriciofolo. Coach Corpaci.
Arbitri Pilati e Battisacco.
Note Tiri liberi: Cento 23/31, Gsa 18/22. Da tre: Cento 8/19, Gsa 13/27. Rimbalzi: Cento 37 (Quarisa 7), Gsa 30 (Zampolli 8). 5 falli: Cutolo al 36’ (76-69) e Di Viccaro al 39’ (80-79). Spettatori: 900.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dà fuoco al marito cospargendolo di benzina, è madre di due ragazzi udinesi

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

  • Lorenzo, una vita spezzata a soli 22 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

Torna su
UdineToday è in caricamento