L'Apu torna alla vittoria, le pagelle: Beverly al top, Cromer il flop

Udine scaccia la paura e batte Montegranaro davanti al pubblico amico. I due Usa croce e delizia

Dura più o meno 25 minuti la partita del Carnera. In condizioni normali quella contro la rinnovata Montegranaro di coach Franco Ciani non sarebbe stata obiettivamente una sfida da far tremare i polsi. In questo caso il problema derivava dalle condizioni psicologiche dell’Apu, scossa da tre sconfitte di fila, tutte piuttosto nette. Spesso è proprio con le spalle al muro che le buone squadre danno il meglio di sé, ed è stato così anche stavolta. Per i primi due tempi e mezzo il confronto è stato equilibrato, con Montegranaro che ha giocato alla pari con bianconeri, apparsi in questa fase molto disciplinati ma ancora prigionieri delle proprie paure. Per Udine Beverly e Cortese mantenevano la squadra in linea di galleggiamento a fronte delle buone giocate del duo Usa marchigiano (finale primo tempo 41-42). Dopo la pausa lunga, preannunciata da una clamorosa stoppata di Beverly al dirimpettaio Thompson e da un filotto di tre canestri di Antonutti, arrivava la spallata decisiva. Dal 50-49 del 5’ il terzo periodo si chiudeva sul 67-51 con Zilli sugli scudi e vittoria Apu in ghiaccio. Montegranaro da parte sua si incagliava di brutto e non trova più risorse offensive né energia. L’ultima frazione con Udine avanti di oltre 20 punti era pura accademia con i giocatori impegnati ad aggiustare il proprio tabellino. Finale 88-75, indulgente per gli ospiti. La vittoria coi marchigiani, attenzione, non rappresenta nulla se non un nuovo inizio. Dovrà essere ovviamente bissata mercoledì con Imola ma soprattutto nella successiva trasferta di Mantova contro una squadra insidiosa e ben guidata, da tutti indicata tra le outsider del torneo. Soltanto in caso di successo in terra lombarda potremo dichiarare che l’Apu si è lasciata completamente alle spalle il periodo buio.

Le pagelle

Apu Oww

TJ Cromer 4,5 Poco coinvolto all’inizio perde la carica nervosa e non rientra più in partita. Fortunatamente oggi contro Montegranaro non c’era bisogno di lui. 1/7 al tiro

Amato 6,5 Gioca per quello che è, un numero 2 di talento che fa il numero 1. Si prende più tiri di tutti (6/12 totali) e li mette con buone medie, qualcuno a partita già chiusa

Cortese 6,5 Ci piace in questa versione “minimal” cioè a servizio del gruppo ma non troppo.  In 22 minuti 5/8 dal campo, una sola persa  e anche un buon impegno difensivo

Beverly 7,5 Il migliore. Pronti via mette 4 canestri di fila poi i falli lo condizionano. Così gioca non molto ma con un eccellente rapporto minuti/qualità. Fa cose che non appaiono nel tabellino come difesa ed intimidazione (3 stoppate), 6/9 al tiro e 3/3 nei tl

Antonutti 7 Forse quello di cambio di lusso è il ruolo giusto. Gioca meno di tutti (nemmeno 16 minuti) ma la freschezza fisica gli permette di fare le cose migliori, 5/7 al tiro con 3/3 dall’arco 

Penna 5,5 Un giocatore che stimiamo ma che attendiamo anche ad un salto qualitativo che non arriva (senza dimenticare che ha solo 21 anni). In 22 minuti 0/3 al tiro e 3 assist oltre alla solita grande difesa  

Zilli 7,5 In corsa con Beverly per la palma del migliore. Gioca con coraggio ed agonismo, le sue armi migliori, e alla lunga vince il duello fisico con il pivot avversario Thomson, 5/8 da sotto e 4/4 nei tiri liberi

Fabi 5,5 Viene da un passato da protagonista e ora fa il cambio, per quanto importante. Ci mette tuttavia tutto l’impegno e la buona volontà, 2/4 al tiro e 5 falli subiti

Nobile 5,5 Entra per difendere su  Thomas e lo fa dignitosamente, poi produce gioco e qualche rimbalzo, al tiro ci prova (0/2)

Jerkovic 6 Entra in quintetto e mette subito una tripla poi sparisce per un po’ dal campo. Lo rivediamo nel finale dove sporca un po’ le medie (2/6) tuttavia cattura anche 6 rimbalzi

All. Ramagli 6,5 Manda in campo Jerkovic all’inizio probabilmente per preservare fisicamente Antonutti. Poi distribuisce il minutaggio in modo quasi matematico e la squadra risponde con grande applicazione (solo 5 palle perse)      

Montegranaro

Thomas 6,5, Thompson  6,5,  Palermo  5,5, Mastellari  5,5 , Serpilli  5, Cucci 5,5, Bonacini  5,5, Conti  6,  Miani s.v.  

All. Ciani 5,5 

Tabellino

Apu Old Wild West Udine – XL Extralight Montegranaro 88-75 (20-21, 21-21, 26-9, 21-24)

Apu Old Wild West Udine: Andrea Amato 16 (4/6, 2/6), Gerald Beverly 15 (6/9, 0/0), Giacomo Zilli 14 (5/8, 0/0), Michele Antonutti 14 (2/4, 3/3), Riccardo Cortese 11 (4/5, 1/3), Agustin Fabi 7 (1/2, 1/2), Mihajlo Jerkovic 6 (0/1, 2/5), Vittorio Nobile 3 (0/2, 0/0), T.j. Cromer 2 (1/3, 0/4), Lorenzo Penna 0 (0/1, 0/2), Daniel Ohenhen osasenaga 0 (0/0, 0/0), Matteo Minisini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Gerald Beverly, Giacomo Zilli, Mihajlo Jerkovic 6) – Assist: 18 (Andrea Amato 4)

XL Extralight Montegranaro: James Thompson iv 16 (8/14, 0/0), Matteo Palermo 15 (3/8, 3/5), Aaron Thomas 13 (4/8, 0/1), Martino Mastellari 12 (3/6, 2/5), Valerio Cucci 9 (3/5, 1/4), Davide Bonacini 4 (2/3, 0/1), Luca Conti 4 (2/2, 0/0), Michele Serpilli 2 (1/3, 0/3), Gabriele Miani 0 (0/0, 0/0), Matteo Berti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 10 – Rimbalzi: 34 9 + 25 (James Thompson iv 11) – Assist: 17 (Matteo Palermo, Aaron Thomas 6)


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

Torna su
UdineToday è in caricamento