Al via in Fvg il Giro Under 23 che fece diventare grandi Gimondi e Pantani

Iniziata ieri la 55esima edizione del Giro Ciclistico Internazionale riservato agli under 23. In passato vi parteciparono, tra gli altri, Gimondi, Chiappucci e Pantani

Foto Petrussi

Al via il 55° Giro Ciclistico Internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia Under 23 ed Èlite. Organizzato dalla Libertas Ceresetto, la competizione è iniziata ieri, 4 settembre, per proseguire fino a sabato 7. Quest’anno sono attese 35 squadre, da 15 nazioni per 176 atleti, per metà provenienti dai migliori team italiani e per metà da team europei ed extraeuropei.

L'avvio al Città Fiera

A Città Fiera la prima giornata di gara: alle 11 il ritrovo degli atleti e dello staff, alle 13.30 in piazza Show Rondò l’iscrizione degli atleti con la cerimonia della punzonatura, alle 16 (primo piano area rosa), la presentazione degli atleti e delle squadre con passerella nelle gallerie per raggiungere il Park Est, location del riscaldamento pre-gara. Alle 18.00 il momento più importante della giornata con la partenza della
cronometro a squadre
in direzione Martignacco. La prima tappa, contro il tempo, partirà quindi da Città Fiera, subito dopo la spettacolare presentazione della corsa, sedici chilometri con le squadre che saliranno a Moruzzo per poi andare alla massima velocità verso il traguardo in via Deciani, nel centro di Martignacco.

La mostra

Per tutti gli appassionati inoltre, fino al 19 di settembre sarà possibile visitare la mostra ad ingresso gratuito "Da Bottecchia a Pantani: la favola del ciclismo" situata al Primo Piano - Area Verde del centro commerciale.

Il Giro

Il 55^ Giro Ciclistico Internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia Under 23 ed Elite è la principale manifestazione a livello nazionale per queste categorie, che ha oltre 50 anni di storia e ha assunto negli anni una rilevanza internazionale (per 12 volte è stata vinta da un atleta straniero) ed è un vero e proprio trampolino di lancio per atleti dilettanti, ma prossimi al passaggio al professionismo.

I campioni

Dopo la vittoria del padovano Giovanni De Franceschi nella prima edizione, che bissò il successo due anni dopo, fu la volta del grande Felice Gimondi e di campioni come Marino Basso, Claudio Corti, del “Diablo” Claudio Chiappucci, di Gilberto Simoni, vincitore di due giri d’Italia e di Marco Pantani che non lo vinse, ma fu grande protagonista sulle strade friulane. L’anno scorso lo vinse lo sloveno Tadej Pogacar che nel corso del 2019, passato al professionismo con la UAE, ha avuto modo, giovanissimo, di mettersi in mostra nel ciclismo che conta, vincendo tra l’altro il Giro della California.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre a Taylor c'è di più! Il piccolo esercito di influencer made in Friuli

  • Michelle Hunziker festeggia il compleanno in Carnia con grappa, polenta e speck di Sauris

  • Nota artigiana udinese scompare da casa: l'appello del fratello

  • Martignacco, sequestrati 100 chili di pesce al ristorante

  • Due fotografi friulani tra i migliori al mondo nell'immortalare i matrimoni

  • Dopo sette anni di attività chiude la gelateria Grom di Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento