Spitaleri: «Amore Lega-5Stelle, Pd unica opposizione alla Destra più pericolosa da '45»

Il segretario dem interviene su quanto emerso dal convegno pordenonese del Movimento con l'apertura di Zoccano ad alleanze non solo romane ma anche locali

«Finalmente i 5Stelle dicono alla luce del sole ciò che tutti sapevano: a cominciare dal Friuli Venezia Giulia, sui territori preparano un ribaltone delle alleanze e si avviano a nozze con la Lega. E sono nozze d'amore, non un freddo contratto di governo». Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Salvatore Spitaleri, commentando le affermazioni del sottosegretario alla Famiglia e disabilità Vincenzo Zoccano, il quale domenica scorsa al meeting “Una Regione a 5 Stelle” che si è tenuto a Porcia (Pordenone) ha detto: «M5S e Lega non possono fare l'amore a Roma e la guerra a Trieste».

Prossimi passi

Per Spitaleri «la stampella che viene offerta alla destra della giunta Fedriga è funzionale alle prossime tornate amministrative, in cui è facile immaginare che i 5Stelle si esibiranno in acrobazie inedite per giustificare alleanze sulle quali fino a ieri avrebbero sputato. Ma si sa che l'appetito vien mangiando».

Destra pericolosa

«In combinazione con l'operazione 'finte liste civiche' varata dall'assessore alle Attività produttive Sergio Bini, la saldatura M5S-Lega spazza dal campo ogni velleità di quel che rimane del centrodestra, si mangia i moderati e li porta in dote a Fedriga. Il Partito democratico - conclude Spitaleri - rimane l'unico partito strutturato a opporsi alla destra più pericolosa mai vista in Italia nel dopoguerra».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

  • Lorenzo, una vita spezzata a soli 22 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

Torna su
UdineToday è in caricamento