Sagre in pericolo, c'è il nuovo regolamento per avere i contributi

Definite le regole per accedere ai fondi per la sicurezza. Si va da un minimo di 3mila a un massimo di 50mila euro

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture Graziano Pizzimenti, ha deliberato il regolamento attuativo della legge sulla sicurezza nelle sagre e feste tradizionali che consentirà, non solo ai Comuni, ma anche alle Pro loco e a tutte le associazioni che organizzano eventi tradizionali, di attingere a finanziamenti per la messa a norma e la sicurezza degli impianti nelle aree e nelle strutture che ospitano le sagre tradizionali.

Graziano Pizzimenti

Graziano Pizzimenti-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta dunque, commenta Pizzimenti, di uno strumento essenziale per assicurare la sopravvivenza di eventi che si prefiggono l'obiettivo di promuovere le tradizioni locali e di mantenere coese le comunità". I contributi che potranno essere ottenuti, vanno da 3 mila a un massimo di 50 mila euro. Con il regolamento sono inoltre stati stabiliti criteri ai quali i soggetti che faranno richiesta dei finanziamenti si dovranno attenere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

Torna su
UdineToday è in caricamento