"I Dati sulla povertà dovrebbero stravolgere agenda Pd"

A dirlo è il segretario regionale, Salvatore Spitaleri, che sottolinea l'urgenza di un cambiamento: "Questa emergenza e non la prossima assemblea di partito è la nuova frontiera del Pd”

“I dati sulla povertà hanno una crudezza tale che dovrebbe stravolgere l'agenda del Pd, rimettere in discussione l'ordine delle sue liturgie, ridimensionare qualsiasi ambizione di leadership, annichilire i dibattiti sulla forma-partito. Lo ha affermato il segretario regionale del Pd del Friuli Venezia Giulia Salvatore Spitaleri, commentando i dati forniti dall'Istat in base ai quali le persone che vivono in povertà assoluta in Italia superano i 5 milioni nel 2017.

Per Spitaleri “l'impegno messo per uscire dalla crisi evidentemente non è bastato: il mix di interventi mirati e di riforme strutturali è forse riuscito a intervenire su una fascia intermedia, ha dato spunto al nostro export facendo rianimare il Pil, ma non ha scalfito la drammaticità della povertà assoluta”.

Precisando che “flat tax e reddito di cittadinanza non sembrano soluzioni sostenibili in assoluto né compatibili tra loro”, Spitaleri ha indicato che “c'è bisogno di capire in profondità e affrontare questa nuova povertà, di pensare anche per il Fvg a come rendere più incisivo il sistema dei sostegni sociali e dell'accompagnamento al lavoro. Questa emergenza e non la prossima assemblea di partito – ha sottolineato - è la nuova frontiera del Pd”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento