Addio a Giorgio Ellero, una vita per la politica: il saluto a Moruzzo

E' scomparso a causa di un infarto. Fu uno dei fondatori del movimento 'La Rete' con Leoluca Orlando. I funerali nel pomeriggio a Santa Margherita del Gruagno

Giorgio Ellero

Il Friuli saluta Giorgio Ellero. Attivista politico e co-fondatore del movimento La Rete insieme al sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Ellero è scomparso ieri, venerdì 26 giugno, a Udine a causa di un attacco cardiaco.

Appassionato di politica, è stato segretario della DC della sezione di Moruzzo. Poi l'amicizia con Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, portato più volte sul comune collinare friulano: con lui Ellero contribuisce alla nascita del movimento politico 'La Rete', per poi ritagliarsi un ruolo da protagonista nell'Italia dei Valori di Antonio Di Pietro. E proprio l'Idv regionale ha deciso di salutare Ellero in questo modo:

"Giorgio Ellero è stato un grande uomo di partito, un instancabile lavoratore e un vero esempio per tutti noi: la sua scomparsa ci addolora moltissimo”. È quanto si legge in una nota diramata dall’IdV, nella quale “dirigenti, iscritti e amici di Italia dei Valori Friuli Venezia Giulia esprimono alla moglie e ai familiari di Giorgio la più affettuosa vicinanza e il più sentito cordoglio per questa grave perdita".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dipendente delle poste e poi assicuratore, viveva a Moruzzo ed era una persona benvoluta da tutti. I funerali si terranno questo pomeriggio a Santa Margherita del Gruagno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

Torna su
UdineToday è in caricamento