Mozione in consiglio a San Giorgio contro le disfunzioni delle Poste

I firmatari, Enzo Bertoldi e Roberta Sartori: " Riteniamo opportuno rafforzare il mandato al sindaco, su un tema che riguarda tutto il territorio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il vice sindaco di San Giorgio di Nogaro, Enzo Bertoldi, e l'assessore Roberta Sartori hanno presentato una mozione, che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale, dove richiedono al sindaco, Roberto Mattiussi, di intervenire presso l'ufficio postale di Udine e anche presso quello di Mestre per evidenziare le criticità e le disfunzioni del servizio, patite dai cittadini e dalle imprese di San Giorgio di Nogaro e per richiedere il ripristino del servizio di recapito presso l'ufficio Postale locale. “Il tema – afferma il vice sindaco – è molto sentito dalla popolazione sangiorgina, così abbiamo ritenuto opportuno rafforzare il mandato al Sindaco su un tema che riguarda tutto il territorio”. Particolarmente dettagliati sono i problemi messi in evidenza: Dal 16 aprile 2018 non c'è più il servizio di recapito della corrispondenza a San Giorgio di Nogaro. Tale recapito viene gestito dall'ufficio di Cervignano del Friuli. Quindi mancano i riferimenti in loco per i cittadini e per le aziende. Per informazioni bisogna chiamare Cervignano che non riesce a gestire tutte le chiamate. La maggior parte dei casi (quasi sempre) non si riesce a parlare con gli operatori. Prima quando il servizio era gestito a San Giorgio di Nogaro il recapito era veloce e preciso e si aveva immediata risposta in caso di problemi, necessità. Il recapito della corrispondenza è ritardato anche per le raccomandate e non è facile il ritiro in caso di mancato recapito, molte volte si arriva allo sportello e non si trova il documento da ritirare in quanto ancora in giacenza a Cervignano. E’ necessario recarsi allo sportello dopo due giorni il ricevimento dell'avviso di mancata consegna e per le aziende deve andarci il legale rappresentante. Considerando il bacino di utenza del Comune – è la conclusione del vice sindaco e dell' assessore sangiorgini - gli interessi delle zziende della zona industriale e di tutte quelle presenti nel territorio, delle associazioni, dei cittadini che gravitano su San Giorgio di Nogaro e dintorni, non è ammissibile che non ci sia il servizio recapito presso l'ufficio postale di San Giorgio di Nogaro.

Torna su
UdineToday è in caricamento