«Sui vincitori del concorso il Pd non faccia ironia e riconosca gli errori»

Il commento di Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega Nord

Mario Pittoni

«Matteo Salvini s'impegna pubblicamente per quando andremo al governo a garantire il rispetto della legge che stabilisce il diritto all'immissione in ruolo di tutti i vincitori di concorso, dopo il pasticcio della selezione legata alla ”Buona scuola”, e la neo responsabile scuola del Pd Simona Malpezzi, con l'arroganza che contraddistingue il suo partito, invece che chiedere scusa per un'operazione maldestra che ha assegnato posti a fantasia essendo stati indicati prima della mobilità straordinaria, non trova di meglio che fare dell'ironia dicendosi “felice che Salvini si sia accorto che esistono scuole, insegnanti e concorsi”. Non mi pare una grande inizio!».

A parlare è Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega Nord, che ha aggiunto: «Per spostare l'attenzione dal problema, Malpezzi ha ricordato il taglio di 8 miliardi all'istruzione del ministro Gelmini al tempo della crisi finanziaria americana, “dimenticando” che con il Pd al governo i miliardi in meno sono diventati 10. Stando al Def (Documento di economia e finanza del Governo) 2017, a fronte di periodici annunci dei democratici di miliardi assegnati alla scuola, la spesa per l'istruzione che nel 2010 rappresentava il 3,9% del Pil è già calata al 3,6% e nel 2020 è previsto scenda addirittura al 3,5%...».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

  • Incidente in A4, sfonda con la cabina del tir il camion che lo precede

Torna su
UdineToday è in caricamento