Le istituzioni friulane nelle zone colpite dal terremoto in Valnerina

La delegazione - composta dal presidente del Consiglio Regionale Iacop e dai sindaci di Arta Terme e Ravascletto - ha iniziato la sua visita con Norcia

Foto di gruppo a Norcia

È cominciata dalla cittadina di Norcia - una delle più colpite dal sisma - la visita di alcuni rappresentanti delle istituzioni friulane nella Valnerina, tra Umbria e Marche . Ad accogliere e accompagnare la delegazione la presidente dell'Assemblea legislativa dell'Umbria Donatella Porzi. Con lei il presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Franco Iacop, e i sindaci di Ravasceletto, Ermes de Crignis, e di Arta Terme, Martin Peresson.

PORZI. «Sono qui - ha spiegato Porzi - per rendersi conto di quanto sta accadendo nella nostra regione. Saremo anche a Cascia e Preci, per toccare con mano quelle che sono le ferite del terremoto. Raccolgo la generosità e la sensibilità del popolo friulano che ha manifestato tutta la sua volontà di essere d'aiuto in un momento passato anche da loro e che non riescono a dimenticare».

IACOP. «Le nostre comunità hanno dato un gesto concreto di disponibilità - ha sottolineato Iacop - ma la nostra presenza è anche un segno di speranza. Il Friuli dopo 40 ha saputo offrire la sua immagine di ricostruzione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Razzia di tonno in scatola, fugge dalla Lidl con un bottino di 90 scatolette

  • Incidente mortale sulla Udine-Venezia, raffica di soppressioni e ritardi

Torna su
UdineToday è in caricamento