Amga - Hera, la giunta comunale approva la fusione

Il sindaco Honsell ha annunciato il via libera alla delibera valida per l'unione tra le due aziende: "La collaborazione con Hera assicurerà pone Udine in un contesto autenticamente di macro regione europea"

Il sindaco di Udine Furio Honsell ha annunciato l’approvazione da parte della giunta comunale della delibera che approva le linee di indirizzo per la fusione tra Amga Multiservizi Spa ed Hera Spa: una delibera che ora passerà al vaglio del prossimo consiglio comunale.

“Questa operazione – dichiara Honsell – rappresenta il modo migliore per assicurare ad Amga leadership e continuità in un contesto internazionale caratterizzato da forti criticità e in un settore difficile come quello dell’energia”. 
Secondo il primo cittadino, l’operazione è perfettamente coerente con la politica energetica sviluppata in questi anni da Amga, che già nel 2006-2007 aveva manifestato l’interesse alla creazione di una multiutility regionale. Inoltre, per Honsell la collaborazione con Hera “assicurerà una nuova stagione di investimenti nel campo delle energie rinnovabili e pone la città di Udine in un contesto autenticamente di macro regione europea perché il capoluogo friulano potrà intervenire nei consessi che decideranno il futuro dell’energia e dei servizi pubblici in questa grande area”.

Quali saranno i vantaggi per il Comune di Udine? L’amministrazione comunica che nella delibera approvata si parla, ad esempio, della “riduzione del rischio di perdita delle gare, della salvaguardia nel tempo del  patrimonio investito in Amga, del maggior flusso di dividendi per il Comune (quasi 4 M € rispetto alla media 2005-2013 di € 1,4 M €), del mantenimento delle entrate fiscali in regione, della possibilità di estendere al territorio friulano i benefici di una maggiore poter di acquisto all’ingrosso delle materie prime e di una migliore qualità del servizio”. 
Inoltre, sempre secondo Palazzo D’Aronco, a tutto questo si aggiungerebbe il “mantenimento del ruolo del Comune di Udine come investitore di lungo termine nel settore dei Servizi Pubblici Locali, l’ampliamento delle prospettive di lavoro per effetto della creazione in Udine della divisione distribuzione gas della società per l’intero territorio regionale” e, non da ultimo, la “partecipazione ad un progetto di respiro nazionale”. 

Inoltre sono stati approvati anche i punti riguardanti la sottoscrizione dell’accordo industriale Comune di Udine – Hera. Accordo della durata di 15 anni che prevede, tra l’altro, la salvaguardia dei livelli e la sede occupazionale dei dipendenti gruppo Amga a tempo indeterminato in Italia (218 circa) per tutta la durata dell’accordo, ma anche il mantenimento delle entrate fiscali prodotte dalle società gruppo Amga in Friuli (in particolare Amga Calore ed Amga Energia ad Udine), il mantenimento di Amga Calore come società distinta, controllata da Heracomm e con sede legale ad Udine. Hera inoltre realizzerà, entro 3 anni, almeno 3 impianti di rifornimento per gas metano per auto se collocabili in prossimità della reti di trasporto ad alta pressione ed un progetto pilota di mobilità elettrica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • "Continuate a cenare tranquilli, noi vi rapiniamo casa"

  • Incidente mortale a Faedis, la vittima è il 56enne Michele Cabas

  • Ultrà friulano aggredisce supporter della squadra avversaria e scappa

Torna su
UdineToday è in caricamento