SEL: il 25 aprile, un'esperienza fondativa e rigenerativa del Paese

Il coordinamento provinciale e cittadino del partito è intervenuto sulla festa della Liberazione, prossima a essere celebrata

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Mancano pochi giorni alla festa dellla Liberazione. Il coordinamento provinciale e cittadino di SEL ci invia una comunicazione, richiamandosi l'attenzione sul significato di questo tipo di celebrazione:

L'attuale 25 Aprile cade in una fase della vita nazionale incerta e lacerata. Panorama in cui il futuro, causa la crisi in atto, continua a mancare e la politica diventa sempre più distante dal Paese reale. Paese isolato e impoverito, non solo materialmente. Ma ora più che mai bisogna riannodare quei fili di memoria che possono ancora tenere insieme i valori di comunità e cittadinanza per riuscire - cosa non scontata - a ritrovarci e superare le attuali difficoltà e le moltissime criticità.

Per Sinistra Ecologia Libertà commemorare l'esperienza fondativa e rigenerativa della Resistenza vuole essere uno sprone per ricollegarci a quegli orizzonti valoriali che regolano ancora oggi le nostre vite, i nostri progetti e la nostra democrazia. Questo è stato e deve essere il 25 Aprile. Una ricorrenza che ci insegna, grazie alla partecipazione e al sacrificio di donne e uomini come noi, che è possibile costruire un mondo diverso. Donne e uomini comuni che talvolta sono rimasti al di fuori delle grandi narrazioni storiografiche, ma i cui nomi restano scolpiti nel cuore della nostra città.

Come il concittadino e garibaldino Mario Modotti, che pochi giorni prima, il 9 aprile, fu fucilato assieme ad altri 28 compagni di prigionia presso il cortile carceri di via Spalato a Udine. Sacrificio ultimo che ha permesso l'avverarsi di una nuova epoca. Tempo che avrebbe dato un senso diverso alla storia italiana colorandola di libertà e passione democratica.

Tempo per Sinistra Ecologia Libertà ancora presente perché il futuro tuttora reclama diritti, democrazia e libertà.

Roberta Degano, coordinatrice Provinciale di SEL - Irene Bolzon, SEL di Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento