Sortino (Sinistraperta): «Le lingue sono un bene comune: sosteniamo il plurilinguismo a Udine e nel Fvg»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

"Una delle fortune della Regione Friuli Venezia-Giulia - dichiara Antonio Sortino, candidato al Consiglio comunale di Udine per SinistrAperta - è il diffuso bilinguismo o, addirittura, plurilinguismo. Mi riferisco anche a Udine, dove nelle famiglie si parla italiano, friulano o il dialetto udinese. Mi riferisco anche alle famiglie straniere residenti a Udine, nelle quali quasi sempre si conserva la lingua di origine, ma si parla anche l'italiano o il friulano. Essere soggetti bilingui fa bene perché, come scrive il prof. Franco Fabbro dell'Università di Udine, si ha maggiore autocontrollo e capacità di inibizione e, più in generale, si posseggono alcune capacità cognitive migliori. Le lingue sono dunque un importante bene comune, che però va utilizzato per non eroderlo. Per queste (e tante altre) ragioni - continua Antonio Sortino - occorre dare valore e impulso al bilinguismo, anche tutelando il friulano e le altre lingue minoritarie, con giuste azioni e politiche sostenute in primis dall'Amministrazione Comunale".

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento