Bolzonello sfida Fedriga: «Basta scappare!»

Il candidato del centrosinistra chiama il suo avversario a un confronto pubblico, fino a questo momento sempre rifiutato

Sergio Bolzonello

Sergio Bolzonello scuote la campagna elettorale, chiamando al confronto Massimiliano Fedriga. La regola non scritta della politica vuole che chi viene battezzato come favorito nei sondaggi sfugga ai confronti, che potrebbero solo peggiorare la situazione. Il candidato leghista sta però abusando dell’adagio, rifiutando in maniera sistematica ogni incontro. Anche le ultime due occasioni, Cgil martedì e Confindustria mercoledì, sono state “marinate” da Fedriga, animando il suo rivale. 

Politica da social

«Non so che idea abbia della politica Fedriga. Probabilmente immagina che sia tutto social network e televisioni nazionali, senza l'ombra di un confronto pubblico e men che meno di un programma serio. Finora il mio avversario è andato avanti a colpi di slogan e ha rifiutato tutti i dibattiti pubblici» ha dichiarato Bolzonello, lanciando il guanto di sfida.

L'invito

«Lo invito a un dibattito pubblico - incalza Bolzonello -, nel quale potrà parlarci del suo programma, 40 pagine delle quali le 20 bianche sono le uniche realizzabili, e confrontarlo punto per punto con il mio. Vedremo se difenderà ancora il modello della sanità del Veneto, da cui negli ultimi mesi 51 medici sono scappati. Vedremo cosa dirà del suo “tutor” Zaia, che ha affermato che in Italia ci sono troppe Regioni e troppo piccole».

Solo slogan

Bolzonello rimarca che: «Mentre Fedriga era impegnato nei casting romani noi ci siamo confrontati sul territorio e abbiamo scritto un programma importante che parte dalla regionalizzazione della scuola, dalla creazione di posti di lavoro con la detassazione, dal welfare, dagli aiuti alle famiglie, e molto altro. Le nostre sono tutte misure strutturali e spiegate nel dettaglio, non slogan che alimentano la paura. Io voglio parlare del futuro del Friuli Venezia Giulia, di strumenti come innovazione e ricerca o turismo, di autonomia, temi sui cui qualcuno preferisce non confrontarsi. Noi abbiamo parlato della possibilità di garantire alle famiglie un aiuto pari a quasi 22mila euro per ogni figlio fino ai 18 anni, lui non fa altro che ripetere gli stessi slogan» conclude. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Taylor Mega fa il dito medio alla Polizia, cacciata in diretta da Canale 5

  • Nota artigiana udinese scompare da casa: l'appello del fratello

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

  • Addio al dottor Sacco, per anni un riferimento del reparto di oncologia

  • Dopo sette anni di attività chiude la gelateria Grom di Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento