Fontanini: «Siamo grati alla polizia postale»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

«Molto grave la notizia che è stato smascherato un potenziale attentato ad una scuola di Udine da parte di un ragazzo udinese di origini algerine, affiliato all’Isis - dice il candidato sindaco Pietro Fontanini -. Il radicalismo islamico non è presente solo nelle grandi città, ma anche nel nostro Friuli, dove un ragazzino in contatto con i siti integralisti islamici fa propaganda attraverso i social e addirittura ipotizza un attentato all’interno della scuola che frequenta a Udine. Siamo grati alla Polizia Postale, che in un anno di indagine è riuscita a smascherare questo potenziale terrorista. È urgente che di fronte a queste gravi notizie tutte le istituzioni si mobilitino. La scuola deve aprire un percorso formativo per educare i giovani, in particolare quelli di cultura islamica, al rispetto della regole di convivenza pacifica che sono alla base della nostra civiltà. La scuola - chiude Fontanini -deve iniziare a parlare non solo di come si debbano rispettare le altre culture, ma anche di come le nostre regole e i nostri valori siano garanzia di confronto e convivenza pacifica e civile».

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento