Fontanini: «Mancano medici di base e pediatri»

«La situazione - secondo il candidato sindaco - peggiorerà ulteriormente nei prossimi anni»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

«Anche il Friuli Venezia Giulia sta sperimentando la carenza di personale medico per l’assistenza di base - dice Pietro Fontanini, candidato sindaco a Udine -. La Regione ha reso noto l’elenco degli ambiti territoriali in cui c’è necessità di medici e i numeri sono preoccupanti. Il problema sono i pensionamenti e, quindi, riuscire a programmare in tempo la sostituzione di queste figure professionali».

«Ho già avuto modo di evidenziare il problema delle scuole di specializzazione - precisa il politico -, che non riescono a formare in tempi certi e celeri i medici che servono alla nostra sanità.  Per colmare questa grave carenza, bisogna garantire ai laureati l'accesso alle specialitá (non solo a 1 su 2 come finora capita), soprattutto laddove ci sono carenze (Mmg e pediatri, appunto, ma anche medicina d'urgenza e altre). Inoltre, gli specialisti devono essere assunti nei molti reparti sotto organico, vista la grande, ma prevista ondata di pensionamenti».

«Cosí si trova la quadra. Altrimenti i medici vengono formati e poi regalati ad altri Paesi. Vorrei, inoltre, evidenziare che spesso i nostri giovani, ben preparati dai nostri Licei, devono iniziare a emigrare già da studenti, per andare, magari, a studiare in università di livello più basso di quella di Udine. Da anni - chiude Fontanini - sto denunciando, inascoltato, che i numeri  per l’accesso alla facoltà di Medicina dell’Università di Udine sono troppo bassi».

Torna su
UdineToday è in caricamento