Bando multimilionario per la Cavarzerani: indignazione unanime

Da destra a sinistra passando per il centro. Tutta la politica regionale contro il nuovo bando destinato a fornire servizi a ben 550 migranti e a far diventare Udine la città con il più grande hub del Fvg. All'interno tutti i commenti negativi sulla vicenda. Fedriga: "Pronti a manifestazioni eclatanti"

Il commento di Riccardi, consigliere regionale di Forza Italia

Riccardi, stigmatizzando lo stanziamento di 22 milioni di euro da parte della Prefettura per la fornitura di beni e servizi per il funzionamento delle ex caserme di Udine Cavarzerani e Friuli, punta il dito contro "un sistema di accoglienza che è diventato un vero e proprio business, in cui girano fiumi di denaro e che oggi è reso ancora più invitante dalla chiusura del centro Cara di Gradisca e dalla redistribuzione dei richiedenti asilo sul territorio. "Quello che è certo - prosegue in consigliere - è che Udine, con la complicità di Regione e Comune, potrebbe ricevere nuovi migranti. Ora la domanda è: c'è ancora qualcuno che ha il coraggio di sostenere che quello dell'accoglienza non è un vero e proprio business consumato sulla pelle sia dei disgraziati che arrivano e che sono costretti e rimanere nel nostro Paese contro al loro volontà sia delle comunità che si trovano a convivere con
situazioni al limite? Mi sembra che l'ovvia rincorsa ad accaparrarsi la montagna di denaro, che vede coinvolte addirittura cooperative pugliesi e siciliane, sia una risposta più che sufficiente. "Ma le vere domande - insiste Riccardi -, e questa volta non retoriche, sono altre: oltre a elargire a piene mani denaro pubblico agli imprenditori dell'accoglienza, che fine hanno fatto le promesse fatte ai quattro sindaci di capoluogo della Regione solo qualche settimana fa sulla creazione di una task force per i dublinanti e sul raddoppio delle commissioni? Perché il centro di Gorizia continua a essere un campo profughi meta di arrivi quotidiani e del trasferimento della Commissione a Trieste nemmeno l'ombra?  "La presidente Serracchiani e il suo Governo dovrebbero dimostrare meno attenzione, sia per quanto riguarda le cifre sia per i meccanismi di gestione, a chi dell'accoglienza ha fatto un ignobile business e più ai sindaci e alle comunità la cui volontà si trovano a rappresentare e che con queste situazioni spesso intollerabili convivono ogni giorno", conclude l'esponente di Forza Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Udine trasgressiva, le escort raccontano le abitudini dei friulani

  • Si sente male mentre è al bar, malore fatale per un 59enne

Torna su
UdineToday è in caricamento