Ciani: "Sulla sicurezza fatto più noi in un anno che il Pd in 15, non accettiamo lezioni"

L'assessore risponde a quanto contestato da Alessandro Venanzi e Monica Paviotti del Partito democratico

Alessandro Ciani

“Chi farfuglia è la sinistra che in quindici anni di governo della città in materia di sicurezza non è stata in grado di fare nulla, se non negare l’esistenza del problema”. Lo dichiara l’assessore alla sicurezza Alessandro Ciani, in risposta alle considerazioni di Alessandro Venanzi e Monica Paviotti del Partito democratico.

Quanto fatto

“Fin dal nostro insediamento - prosegue l’assessore - quello della lotta al degrado e alla criminalità è stato un tema assolutamente prioritario e infatti abbiano da subito stretto rapporti e collaborazioni costanti con la Prefettura, la Questura e i rappresentanti delle forze dell’ordine. Abbiamo anche stanziato a bilancio dei fondi, il cui ammontare non ha precedenti in passato, per l’installazione di nuove telecamere. Nello specifico abbiamo ricevuto 400mila euro nel prossimo triennio per un progetto che riguarderà Borgo stazione e stanziato 180mila euro, con l’ultima variazione approvata venerdì scorso, per ulteriori impianti di videosorveglianza e sistemi di lettura targhe. Abbiamo inoltre ottenuto un finanziamento del Ministero dell’Interno, approvato dal Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, per installare nuove telecamere nei pressi delle scuole”. 

Sgomberi

"Ci siamo poi rivolti alla vigilanza privata con due pattuglie che ogni giorno presidiano Borgo stazione e i parchi della città, abbiamo implementato l’organico della Polizia locale dotando gli agenti di nuovi strumenti di autodifesa - incalza Ciani -. Abbiamo effettuato numerose operazioni di sgomento di edifici occupati abusivamente, come l’ex caserma Piave, l’ex frigo, e alcuni stabili in via Zilli e via Sguazzin. Abbiamo implementato il numero di agenti della Polizia locale a presidio del territorio e supportato la Polizia di Stato e i Carabinieri in numerose e importanti operazioni. Destineremo inoltre importanti somme per finanziare i privati cittadini e i commercianti che vorranno installare telecamere nelle loro abitazioni e nei loro negozi ed esercizi commerciali”.

Il confronto

“Ci siamo già confrontati con l’opposizione di sinistra in Consiglio Comunale venerdì scorso - aggiunge Ciani - e ci siamo resi conto che il Pd non conosce nemmeno le funzioni della Polizia locale. Non accettiamo quindi alcun tipo di lezione da chi ha governato fino a un anno fa, tra l’altro rinunciando al controllo della Polizia Locale cedendola all’Uti, e oggi viene a parlarci di grandi progetti”.

Perdite di tempo

“Preferisco quindi utilizzare il mio tempo per confrontarmi con i rappresentanti delle forze dell’ordine - chiude l'esponente leghista -, come ho fatto al Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, piuttosto che perdere tempo con le inutili farneticazioni degli esponenti del Pd che pochi giorni fa negavano il problema sicurezza e oggi strumentalizzano i recenti fatti di cronaca per attaccare un’Amministrazione che in un anno ha agito molto più di quanto loro hanno fatto in quindici anni di governo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 4 Ristoranti di Alessandro Borghese, ecco quali sono i locali in gara

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Guida Michelin, il Friuli Venezia Giulia si conferma con 10 stelle

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Le migliori scuole di Udine e dintorni

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

Torna su
UdineToday è in caricamento