Acquisizione Amga, "Operazione politica lungo l’asse delle multiutility legate al Pd"

Paolo Pizzocaro della "Lista per Udine" replica a Monica Poviotti sulle motivazioni che hanno spinto il centrodestra ad abbandonare l'aula durante l'ultimo Consiglio Comunale

Il commento del consigliere comunale di opposizione, Paolo Pizzocaro della "Lista per Udine", alle parole espresse da Monica Poviotti su Amga calore & Impianti e Sinergie.

«La consigliera Paviotti, capogruppo del Pd in consiglio comunale, tenta di denigrare i consiglieri di centrodestra e tira in campo quella che dovrebbe essere una grande operazione societaria: l’acquisto di Amga da parte di Hera. Operazione tutta politica lungo l’asse delle multiutility legate al PD e di provenienza extraregionale che non ha nulla a che vedere con quella che è stata venduta come una necessità per mettere Amga al sicuro dalle gare».

«Bisogna ricordare alla Paviotti che non è arretrato salvaguardare i gioielli di famiglia, quando risultano essere strategici, funzionano e creano utili (3/4 milioni all’ anno). E’ bene ricordare alla Paviotti che il già Presidente di Amga dott. Nonino aveva acquisito con gara le reti gas della collinare, proprio con l’intento di creare i presupposti previsti dalla legge, di un vantaggio competitivo nei punteggi assegnati per future gare». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Su indicazione del sindaco, il successore di Nonino ( ing. Cerrutti ) fece predisporre una due-diligence che confermò per Amga le condizioni per poter partecipare da sola alle gare. Ricorderà infine la Paviotti che il Sindaco Honsell incurante dell’esito della due-diligence e non curante dell’inutile dispendio di risorse aveva già avviato segretamente “ la vendita ad Hera” firmando un no disclosure con la stessa. Questo portò alle dimissioni in blocco del CDA di AMGA. E fu allora che ritenemmo opportunamente opporsi a tale fatto e presentare le nostre riserve sulla vicenda così come abbiamo fatto nell’ultima seduta di Consiglio Comunale. Cara consigliera Paviotti mi sa dire ora “come mai quel CDA nominato dallo stesso Honsell fu di fatto sfiduciato?”. Come spiega, consigliera Paviotti, questo atteggiamento schizofrenico? Avremo, come ritiene lei consigliera Paviotti poche idee, ma stia certa molto ben chiare su quanto accaduto e su quanto accadrà nel prossimo futuro!»

Paviotti: inutile l'abbandono del centrodestra per la fusione Amga calore & Impianti e Sinergie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

Torna su
UdineToday è in caricamento