Indicatore di sosta: le sanzioni previste

Ecco una breve guida con tutto quello che c'è da sapere sul disco orario e sulle multe previste in caso di mal utilizzo

@ Immagine tratta da sicurauto.it

Anche se sembra un oggetto ormai passato, il disco orario è ancora utile in tutti quei comuni dove vige un limite alla sosta dei veicoli. In queste determinate aree indicate dalla segnaletica, quindi, è necesario esporlo sul parabrezza o sul cruscotto.

Disco orario

L'indicatore del tempo di sosta è fatto apposta per indicare l'ora e i minuti d'arrivo al parcheggio, in modo tale da stabilire, in caso di controlli della polizia locale, se l'automobilista stia superando il tempo massimo della sosta oppure no. Sul mercato, poi, si possono acquistare vari modelli di varie forme, ma quello accettato a livello europeo è di forma rettangolare, blu, con una "P" sulla parte anteriore posta sotto la finestra che mostra l'orario.

Multe

Se non si ha a disposizione il disco orario in macchina, una soluzione alternativa prevista dal Codice della strada è quella di scrivere data e orario di arrivo su un foglio di carta da esporre sul parabrezza o sul cruscotto. Per quanto riguarda le sanzioni, invece, se si parcheggia in zone sottoposte a restrizioni temporali della sosta dimenticandosi il disco orario (o l'orario di arrivo), si dovrà pagare una multa di 42 euro (29,40 se si paga entro cinque giorni). Se, invece, si lascia la vettura per un tempo superiore a quello previsto dalla segnaletica, oppure si usano dischi orari che spostano automaticamente la rotella (illegali) si dovrà pagare una sanzione di 26 euro (18,20 scontata).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento