Auto in inverno: la manutenzione necessaria

Una breve guida con diversi consigli su come prendersi cura della propria auto durante l'inverno

@ Immagine tratta da brumbrum.it

L'abbassamento della temperatura durante l'inverno può rappresentare una vera e propria minaccia per i veicoli, e di conseguenza anche per la sicurezza dei passeggeri. Direttamente da Carglass, quindi, ecco alcuni consigli per la manutenzione dell'auto durante questa stagione.

Controllare lo stato dei tergicristalli

Se è buona norma sostituire i tergicristalli almeno una volta all’anno, in inverno diventa cruciale verificarne la funzionalità in maniera costante per evitare possibili problemi. I tergicristalli deteriorati, infatti, diminuiscono sensibilmente la visibilità di chi è alla guida e possono danneggiare gravemente il parabrezza. Ancora, se l’auto è parcheggiata all’aperto, è consigliabile lasciare le spazzole sollevate durante le ore notturne per evitare che si congelino attaccandosi al parabrezza. 

Prendersi cura del parabrezza

E' consigliabile tenerlo pulito non solo esternamente, rimuovendo ghiaccio, sporco e brina, ma anche all'interno, eliminando impronte, segni di ventose di accessori (come il navigatore o il porta cellulare), polvere e fumo che possono compromettere la visibilità, aumentando il riflesso delle luci e il rischio di condensa. Per la pulizia del parabrezza è possibile utilizzare detergenti specifici per vetri e panni privi di lanugine, evitando spugne o strofinacci asciutti che possano solo spostare lo sporco senza rimuoverlo. 

Evitare gli shock termici

È sconsigliato dirigere aria calda sui cristalli dell’auto se le temperature esterne sono molto fredde. Se è già presente una scheggiatura sul vetro, infatti, questa escursione termica può trasformarla in una crepa, rendendo inevitabile la sostituzione immediata del parabrezza. 

Rimuovere correttamente la neve e il ghiaccio

In caso di abbondanti nevicate, prima di mettersi alla guida, è importante pulire l’auto dalla neve. Un consiglio apparentemente banale, ma fondamentale per la sicurezza non solo nostra e di chi viaggia con noi, ma anche degli altri automobilisti che incrociamo su strada e che improvvisamente potrebbero essere colpiti dai blocchi di neve che si staccano dal nostro veicolo in movimento. Nel rimuovere la neve, ma anche il ghiaccio dai cristalli, dalla carrozzeria e dalle parti sporgenti dell’auto, bisogna usare solo strumenti appositi come spazzole, pale rivestite in gomma o raschietti per i vetri e abbandonare l’idea di versare acqua calda, spargere sale o di accanirsi con pale, scope o oggetti appuntiti che possono creare gravi danni alla carrozzeria.

La pulizia della carrozzeria

Durante la stagione invernale, l’utilizzo del sale sulle strade evita la pericolosa formazione di strati di ghiaccio. Un metodo fondamentale per garantire la sicurezza degli automobilisti che, però, può incidere sulla carrozzeria delle auto. Il sale, infatti, se non rimosso tempestivamente dalla carrozzeria, rischia di rovinare la vernice e causare fenomeni come la “corrosione passante”, una vera e propria perforazione della lamiera. La soluzione per salvaguardare la carrozzeria, quindi, è lavare frequentemente e accuratamente l’auto, prestando particolare attenzione alle aree più nascoste dove il sale e i detriti possono annidarsi e causare danni importanti. Si sconsiglia, però, il lavaggio con i rulli, perché la carrozzeria, in particolare a causa dell’umidità e della pioggia dei mesi freddi, trattiene più facilmente residui di terreno e pietrisco che, se mossi dalle spazzole, verrebbero trascinati sulla superficie dell’auto, causando graffi di varia entità. 
Infine, a livello preventivo, si consiglia di applicare della cera così da proteggere la carrozzeria dagli agenti atmosferici e dal pietrisco sollevato dai veicoli in movimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento