Moruzzo - "Orcolat" - 3 novembre

Prosegue la tournèe regionale dello spettacolo Orcolat prodotto da Anà-Thema Teatro sul terremoto del ’76 che, sabato 5 novembre alle ore 20:45 giungerà all'Auditorium Riedo Puppo di Moruzzo. Dopo un lungo periodo di studio, tra interviste e ricerche di documenti, nasce questo spettacolo per testimoniare l’amore e l’affetto che Anà-Thema Teatro e gli attori che la compongono provano per questa terra che li ospita, li ha fatti nascere e crescere.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

- Comunicato stampa del 2 novembre 2016 -

La Tournèe Regionale FVG arriva a Moruzzo

Sabato 5 novembre

Auditorium Riedo Puppo ore 20.45

"ORCOLAT"

Produzione Anà-Thema Teatro

Regia Luca Ferri

Con Stefania Maffeis e Raffaella Giampaoli

Prosegue la tournèe regionale dello spettacolo ORCOLAT prodotto da Anà-Thema Teatro sul terremoto del '76 che, sabato 5 novembre alle ore 20:45 giungerà all'Auditorium Riedo Puppo di Moruzzo. Dopo un lungo periodo di studio, tra interviste e ricerche di documenti, nasce questo spettacolo per testimoniare l'amore e l'affetto che Anà-Thema Teatro e gli attori che la compongono provano per questa terra che li ospita, li ha fatti nascere e crescere.

"Abbiamo creato uno spettacolo per adempiere al dovere di ricordare e soprattutto, - commenta il regista Luca Ferri- raccontare per non dimenticare quel 6 maggio 1976, quando la terra del Friuli tremò violentemente creando lo scenario di una terribile tragedia." Lo spettacolo Orcolat , della compagnia Anà-Thema vuole essere un viaggio fra i ricordi, una rievocazione della tragedia che colpì tutti senza distinzione, un susseguirsi di eventi che sembrano lontani da noi, ma che mai come oggi ci appartengono intimamente. Immagini, parole e due attrici che si muovono su un palco a rievocare memorie che sembrano perdute. Una ricostruzione attenta che sembra spezzare la scena, trasformando i personaggi in narratori lucidi, restituendo una soglia del dolore pietrificata nello stile lapidario delle testimonianze.

Raccontano allora Stefania Maffeis e Raffaella Giampaoli, guidate dalla regia di Luca Ferri, l'incredibile testimonianza di una ragazza, allora bambina, che con la sua nonna ha vissuto quegli indimenticabili giorni proprio nell'epicentro del terremoto a Gemona.

Fotografie di ricordi recitati con estrema semplicità che esprimono con forza e verità, le emozioni e le atmosfere sospese nel tempo di quei giorni che non potranno mai essere dimenticati.

-con gentile preghiera di pubblicazione/diffusione-

Torna su
UdineToday è in caricamento