Gestione efficiente dei servizi pubblici, alleanza A&T 2000 e Consorzio bonifica pianura friulana

Firmata una convenzione per la gestione dei rifiuti speciali del Consorzio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

A&T 2000 S.p.A., gestore del servizio pubblico dei rifiuti in 51 comuni della regione, con un bacino di utenza di oltre 200.000 abitanti, e il Consorzio di Bonifica Pianura Friulana, il cui comprensorio ricade in 82 Comuni della regione con circa 80.000 consorziati, hanno recentemente sottoscritto una convenzione per la gestione a cura di A&T 2000 dei rifiuti speciali prodotti dal Consorzio. In particolare, la convenzione riguarda la raccolta, il trasporto e il recupero dei rifiuti speciali prodotti nell’ambito dell’attività ordinaria dalle singole unità locali del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana e ha una durata triennale, rinnovabile per ulteriori 3 anni. La gestione dei rifiuti speciali, prodotti in maniera articolata nel Consorzio, si presenta come un’attività altamente specialistica, caratterizzata da un’elevata complessità normativa, autorizzativa e procedurale. Per tale motivo, il Consorzio ha ritenuto di avvalersi delle professionalità di un soggetto competente ed esperto per la gestione di questi rifiuti quale è A&T 2000, che offre questi servizi sul libero mercato fin dal 2001. A&T 2000, affermato gestore in ambito regionale nella gestione dei rifiuti urbani, ha infatti acquisito una pluriennale esperienza anche nel settore dei rifiuti speciali con oltre 2000 clienti serviti all’anno. Per questo, si dimostra capace di affrontare le condizioni di mercato poco competitive, che spesso caratterizzano questo settore, ed è quindi in grado di offrire questi servizi al miglior rapporto qualità/prezzo. L’accordo tra le due realtà è particolarmente importante in quanto vede protagonisti due organismi che svolgono servizi pubblici per il territorio e le comunità insediate. Pertanto, la convenzione per la gestione dei rifiuti speciali del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana è improntata verso una gestione ottimale ed oculata dei servizi e un utilizzo efficace, efficiente ed economico delle risorse pubbliche ed avviene senza perseguimento di profitti in capo ad A&T 2000, ma con la mera copertura dei costi sostenuti. La Presidente del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana, Rosanna Clocchiatti, esprime «viva soddisfazione per la sottoscrizione della convenzione con A&T 2000 Spa, società “in house” composta da soci pubblici, con la quale il Consorzio persegue obiettivi comuni che si concretizzano nei programmi di riduzione dei costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti da realizzarsi in ottemperanza alla normativa nazionale e regionale di settore e nell’ottica di un utilizzo efficace, efficiente ed economico degli impianti presenti sul territorio, senza perseguimento di profitti per entrambi gli enti ma in un’ottica di copertura ed efficientamento dei costi sostenuti.» Il Presidente di A&T 2000, Luciano Aita, parimenti si dichiara «estremamente soddisfatto dell’accordo raggiunto, che rappresenta un passo importante nell’ambito della gestione efficiente dei servizi pubblici, oltre che orgoglioso del fatto che il Consorzio abbia individuato in A&T 2000 la realtà più adatta a cui affidare la gestione di queste particolari tipologie di rifiuti, che richiedono elevati livelli di esperienza ed accuratezza.»

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento