Compiti delle vacanze: come organizzarli?

Una breve guida per capire come organizzare al meglio i compiti delle vacanze estive senza stress

@ Immagine tratta da jonicaradio.it

A fine estate, non c'è niente di peggio che le intere e lunghe giornate passate a recuperare tutti i compiti che non sono stati fatti durante la pausa estiva. Ma anche il contrario non va bene, ossia convincere i propri figli a finire i compiti estivi entro giugno, in modo da avere tutta l'estate libera. I compiti estivi, quindi, causano molto stress ai genitori e ai bambini, ma siccome saranno presenti ogni anno, è importante capire come organizzarsi al meglio e prendere questa questione in modo molto più rilassato.

Come organizzarsi

Prima di tutto, non bisogna iniziare una materia, finirla, e poi iniziarne un'altra e così via. E' importante, invece, alternare le materie su più giorni. Per esempio, ogni giorno una materia: lunedì matematica, martedì geografia, mercoledì italiano, giovedì storia e venerdì inglese. Oppure, se non si ha abbastanza tempo, organizzare i giorni della settimana in base alla pagine da studiare. Per esempio, il lunedì si fanno due pagine di italiano, due di matematica e due di inglese, e così via. Questo ordine, poi, è bene discuterlo con i bambini, in modo da alternare le materie che amano di più con quelle meno amate.

Premiare i figli

Un'idea in più è quella di costruire tutti assieme un calendario o tabellone che comprende tutti i mesi estivi, e di organizzare i giorni della settimana in base ai compiti da fare. Per ogni giornata in cui il bambino ha svolto i propri compiti senza fare capricci, si può premiare con un simbolo (di solito, una faccina che ride, una stellina, ecc). Dopo un tot di simboli, si può ricevere un premio. Importante, però, è non premiare i bambini con un oggetto e del cibo, ma, per esempio, con del tempo dedicato in famiglia, un'esperienza, magari legata a quello che il bambino sta studiando.

Concordare gli orari

Per evitare di dover litigare ogni giorno con il bambino o la bambina, è importante concordare tutti assieme dei giorni di riposo e degli orari in cui svolgere i compiti durante la giornata. E' importante che il bambino abbia i propri spazi e che si riposi, e il tempo dedicato ai compiti può andare da un'ora alle tre circa. Fondamentale, poi, non pensare ai compiti quando tutta la famiglia è riunita per le vacanze, o semplicemente tutti e due i genitori sono a casa dal lavoro. Questo tempo, infatti, va goduto assieme.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali sono i corsi di laurea più richiesti dal mondo del lavoro?

  • Come preparare il test di medicina

  • Debiti scolastici: come funzionano

Torna su
UdineToday è in caricamento