Come calcolare la media di una materia

Durante l'anno scolastico la media delle diverse materie serve per fare previsioni sui voti che verranno inseriti in pagella

@ Immagine tratta da ictrezzo.edu.it

Come calcolare la media di una materia senza incorrere in brutte sorprese? Molto spesso, infatti, sulla pagella del primo o del secondo quadrimestre compare un voto diverso da quello che ci si aspettava e non si riesce a capire il perché.

Cosa prendere in considerazione?

Per calcolare la media di una materia, bisogna tenere in considerazione diversi fattori, come:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • interrogazioni: uno dei fattori essenziali in questo calcolo. E' importante, quindi, segnarsi tutte le informazioni possibili su queste prove.
  • Verifiche: i voti dei compiti in classe sono altrettanto importanti per la media, e anche questi vanno annotati con cura.
  • Voti molto bassi: non sempre i voti bassi come un 2 o un 3 vengono tenuti in considerazione per fare la media della materia. Però, il professore può tenerne conto nel momento in cui si trova indeciso nel mettere o meno mezzo voto in più.
  • Interrogazioni dal posto: anche queste sono importanti per la propria media, e se si risponde in modo corretto, si avrà un'occasione in più per alzare la media.
  • Partecipazione: gli insegnanti, poi, tengono anche molto conto degli interventi durante le lezioni o della partecipazione a progetti. Entrambi sono indice di interesse da parte dello studente.
  • Puntualità: anche la puntualità nei compiti a casa è importante. Quindi, bisogna cercare di consegnare sempre i compiti senza ritardi.
  • Condotta: infine, anche il rispetto e la buona condotta in classe, soprattutto nei confronti dei compagni, sono un elemento che viene tenuto molto in considerazione.

Il calcolo

Tenuti in considerazione tutti questi fattori, ecco il calcolo vero e proprio per scoprire la media di una materia: prendere tutti i voti delle interrogazioni e dei compiti in classe, sommarli e dividerli per il numero totale dei voti. In presenza, per esempio, di un 6+ o un 6-, questi numeri possono essere considerati come 6,3 o 5,8. In caso di una media non piena (come 6,7 o 7,8) toccherà all'insegnante decidere se arrotondare o meno il voto in base anche ai fattori visti prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Civiform riavvia i corsi di istruzione e formazione professionale

  • Cefap: riapertura della formazione online per tutti

Torna su
UdineToday è in caricamento