Perché e come aprire il primo conto corrente

Alcuni consigli su come aprire il primo conto in banca e tutte le buone motivazioni per farlo

@ immagine tratta da altrixelectronics.ro

Non si sa mai quale sia l'età più adatta per aprire il primo conto corrente. Ogni famiglia ha le proprie tempistiche e le proprie abitudini, ed è giusto che ognuno segua le proprie regole. Ma perché è così importante aprire un conto in banca?

Il primo conto

Il primo conto corrente può essere nominale o cointestato con i genitori. Questo, è uno strumento che permette di prelevare e depositare soldi in qualsiasi momento e, nella maggior parte dei casi, le banche stipulano contratti riservati ai giovani e giovanissimi a costo zero o comunque con diverse agevolazioni rispetto ai conti correnti riservati agli over 30.

Cosa serve per aprire un conto

Prima di aprire un conto corrente, è bene verificare le varie offerte che le banche nella zona propongono ai giovani. Di solito, si sceglie la banca di famiglia, ma dare un'occhiata in giro e magari scegliere la banca che offre più servizi al minor prezzo, non è male. Per aprire il primo conto, poi, bastano solo il codice fiscale e la carta d'identità. Il conto può essere aperto solo presentandosi personalmente allo sportello della banca scelta.

Perché farlo

Il conto corrente dedicato ai giovani, come detto in precedenza, nella maggior parte dei casi non ha spese di apertura o di gestione. Inoltre, il conto corrente rappresenta una responsabilità in più per il giovane adulto e consente di renderlo più responsabile nella gestione dei soldi. Ancora, il conto corrente consente di prelevare e depositare soldi ormai in ogni parte del mondo, e quindi diventa molto utile in caso di viaggio, che sia per studio o per divertimento. Infine, sul conto possono essere caricati i primi stipendi o la borsa di studio dell'università.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali sono i corsi di laurea più richiesti dal mondo del lavoro?

  • Come preparare il test di medicina

  • Debiti scolastici: come funzionano

Torna su
UdineToday è in caricamento