Architettura d'Interni e Pittura: i due nuovi corsi dell'Accademia del Tiepolo di Udine

Sono stati presentati oggi i due nuovi percorsi di studio dell'Accademia di Belle Arti di Udine GB Tiepolo. Florit:"Questo arricchimento offrirà a tutti una proposta formativa e di scambio di livello internazionale"

L'Accademia di Belle Arti GB Tiepolo di Udine presenta oggi due nuovi percorsi formativi: Architettura d'Interni e Pittura. I due nuovi corsi, come fa sapere il presidente dell'Accademia, Michele Florit, "andranno a completare e arricchire la nostra proposta accademica".

L'Accademia

L'Aba Ud appartiene al comparto universitario dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica (Afam) ed è dedicata all'arte visiva, al design, all'arte applicata e alla storia dell'arte. Il suo intento è quello di fornire una formazione superiore e di promuovere la ricerca nei vari campi delle arti figurative, preparando gli allievi all'esercizio delle professionisti artistiche.

I nuovi corsi

"Vogliano offrire ai giovani che escono dalle scuole superiori uno sbocco formativo diverso rispetto a quello dato fino ad oggi – dichiara il direttore Fausto Deganutti –, oltre a una nuova linfa ad comparti industriali di questa regione, che sono già all'avanguardia". In un'accademia di belle arti, inoltre, "non poteva mancare un corso di pittura. Il nostro impegno – continua il direttore – è quello di formare nuove generazioni di talenti creativi". Per il presidente Florit, "le sfide si pongono alte: diventare - con Architettura d'Interni - un supporto e un riferimento per le aziende del settore arredo, che in Regione rappresentano una importantissima realtà. E uno stimolo - con Pittura - per quei giovani che vogliono tradurre in Arte Visiva il loro pensiero sociale, le loro emozioni e la voglia di futuro".

Progetti futuri

Accanto alla presentazione dei nuovi corsi, poi, l'anticipazione di una grande mostra, in programma per la fine di novembre 2020, in occasione del 250esimo anniversario della morte del Tiepolo, grande pittore veneziano al quale è stata dedicata l'accademia. "Sarà un concorso dedicato ai grandi artisti italiani attraverso delle cartoline postali da 10 per 15 decorate dagli stessi artisti e poi esposte in città per l'anniversario", continua il direttore.

I numeri

I corsi saranno a numero chiuso per un totale di 50 allievi per ciascun corso. "Siamo convinti che possiamo raggiungere questo numero anche con questi due nuovi corsi offerti. Anche se, eventualmente, ci saranno meno iscritti, non ci preoccupiamo molto – dichiara il direttore dell'accademia –, in quanto stiamo puntando su una qualità molto elevata". Come viene ricordato, quando nel 2016 l'accademia è stata inaugurata, "eravamo organizzati per 35 iscritti, e in un mese ci siamo visti costretti a ristrutturare la nostra offerta per una richiesta di quasi 80 ragazzi". "Stiamo diventando un nuovo punto di riferimento per la cultura e la formazioni universitaria nel Friuli Venezia Giulia che da oggi offre un più ampio programma formativo. Un punto di riferimento non solo culturale e artistico, ma anche sociale al fine di includere la parte dell’apprendere a quella del ridare le conoscenze acquisite al proprio territorio e al mondo del lavoro in cui andranno ad operare i nostri diplomati", queste le parole di Claudio Papa, direttore del dipartimento progettazione e arti applicate.

L'open day

L'open day previsto per la fine di aprile, visto l'emergenza sanitaria in corso, è stato annullato. "Ci stiamo organizzando per farlo più avanti, appena finita l'emergenza". La sede dei nuovi corsi, invece, sarà in viale Ungheria, presso il vecchio seminario di Udine.

Test d'ingresso

L’ammissione ai corsi accademici avverrà attraverso un test d’ingresso scritto e un colloquio motivazionale alla presenza di una commissione didattica interna. Per coloro in possesso di Maturità Artistica, l’iscrizione al primo anno sarà diretta e non soggetta al test di ammissione. È prevista la frequenza obbligatoria a tutti gli insegnamenti di tipo progettuale e propedeutici al passaggio all’anno accademico successivo, dove per essere ammessi agli esami di ogni singola disciplina, lo studente dovrà aver frequentato almeno il 70% delle lezioni.

Il comune

"Oltre a esistere e resistere, l'accademia si sta ampliando – dichiara l'assessore alla Cultura di Udine, Fabrizio Cigolot –, segno della capacità sia del direttore, che di tutto l'istituto. Arricchire l'offerta culturale della città di Udine, rappresenta una risorsa importate per la città", conclude Cigolot.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La brochure dei due nuovi corsi OD ABAUD Brochure-2

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Premio di laurea: aperto il bando per i laureati triennali e magistrali Uniud

  • Dottorati di ricerca: pubblicato il bando dell'Università di Udine

  • Premio di laurea Domenico Tranquilli: l'Ires Fvg ricorda il ricercatore

Torna su
UdineToday è in caricamento