Rifondazione Comunista: la Lega ha perso un'occasione per tacere

Il segretario cittadino del partito Carmelo Seracusa interviene sulle recenti polemiche sulla ricorrenza del 25 aprile, innescate dal capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord Luca Dordolo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il comunicato di Seracusa

Leggendo gli attacchi del consigliere comunale Luca Dordolo all'amministrazione Honsell, sulle prossime celebrazioni previste per il 25 aprile, la prima cosa che viene da pensare è che la Lega Nord ancora una volta ha perso un'occasione per tacere.

Lo dico perché gli esponenti del Carroccio, invece di perdere il loro tempo a fare demagogia elettorale, farebbero meglio a prendersi un periodo di pausa concentrando le loro energie e le loro riflessioni per spiegare alla gente quanto è avvenuto in casa leghista negli ultimi tempi. Un periodo di silenzio, insomma, sarebbe, almeno in questa fase, un semplice atto di decenza e di rispetto nei confronti dei cittadini.

Riguardo poi alle parole di Dorbolò sul 25 aprile, che si sommano ai continui tentativi del centro- destra di screditare i valori della resistenza, e il suo invito a festeggiarlo ogni 5 anni contestando il Comune per l' "eccesso" nelle manifestazioni, mi piace ricordargli che Udine è città medaglia d'oro al valor militare e che le "sofferenze", come lui sarcasticamente le definisce, dei nostri partigiani friulani sono le basi stesse su cui si fonda la nostra libertà e la nostra democrazia.

Come Circolo cittadino di Rifondazione saremo presenti alle diverse manifestazioni per celebrare la festa della Liberazione in quanto consideriamo fondamentale tenere vivo lo spirito della Resistenza e i valori della Costituzione non solo come elemento di conservazione della "memoria storica", ma come punto di partenza per la costruzione di un domani migliore.

Torna su
UdineToday è in caricamento