"Terzo di Aquileia all'origine del mito occidentale di Artù!"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Nel giorno di San Bartolomeo, 24 agosto, festa medievale aquileiese celebrativa dei trionfi dell'Artù friulano, il Patriarca Bertrando, una delegazione del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic” e del Circolo Universitario Friulano “Academie dal Friûl” è stata ricevuta a Palazzo Vianelli, a Terzo di Aquileia, dalla Giunta comunale guidata dal sindaco avv. Michele Tibald. Tema dell'incontro, la proposta, da parte dei due sodalizi, di una promozione culturale e turistica internazionale della località come base storica del mito occidentale e globale di Re Artù, a procedere dalla vicenda dell'imperatore romano Magno Massimo, per i Celti “Macsen Wledig”, giustiziato a Terzo di Aquileia il 28 agosto 388 e considerato matrice fondante della leggenda arturiana. A quel mito positivo accomunante sentimenti e valori pubblici e privati della migliore civiltà occidentale, mito dell'uomo e governante saggio, coraggioso e leale, lunedì 28 agosto 2017, nel 1629° anniversario del tragico epilogo di una storia e dell'inizio di un mito mondiale intramontabile, sarà dedicato un omaggio floreale affidato alle acque del locale fiume Terzo da Fogolâr Civic e Academie dal Friûl, presente l'Amministrazione, a siglare l'avvio di un percorso da aprirsi alla più ampia condivisione e collaborazione. “Grazie anche alle affascinanti ipotesi avanzate dallo studioso romano Alfredo Maria Barbagallo, ora Terzo di Aquileia potrebbe, a maggior gloria dell'intero Friuli, costituirsi decisamente come ineludibile tappa di una grande vicenda culturale internazionale che ha forgiato e incarnato valori importanti della nostra civiltà comune, continentale e globale, a procedere da eventi drammatici storicamente vissuti nell'agro dell'antica metropoli aquileiese”: così, il prof. Alberto Travain, presidente dei due sodalizi, introdotto dall'arch. Amerigo Cherici, procuratore dell'Arengo udinese, ed accompagnato dallo storico Alfredo Maria Barbagallo nonché dallo scrittore Maurizio Di Fant. Buona accoglienza agli intenti proposti è stata manifestata dal sindaco e dagli assessori che hanno incontrato la piccola delegazione culturale giunta da Udine e da San Daniele del Friuli.

Torna su
UdineToday è in caricamento