Sereni Orizzonti continua la sua crescita sul territorio italiano

Il gruppo registra una crescita sempre maggiore di posti letto su tutto il territorio nazionale e nuovi cantieri in costruzione

Il gruppo Sereni Orizzonti non arresta la propria crescita sul territorio nazionale, e a meno di un anno dall'apertura del centro di Torre di Mosto, la struttura ha da poco ricevuto l'accredito di primo livello da parte della Regione Veneto. Possono dunque iniziare, in regime di
convenzione con l’Azienda Sanitaria Locale, gli ingressi di nuovi ospiti.

La struttura

La residenza sanitaria conta 90 posti letto e comprende 7mila metri quadrati di terreno. E' dedicata a persone non autosufficienti con particolare attenzione a disabilità psichiche come l’Alzheimer e un nucleo sanitario specializzato in riabilitazione.

Il sindacato

Viva soddisfazione viene espressa anche dal sindaco Giannino Geretto “Con l’accreditamento regionale, che consente l’accesso con rette agevolate, la struttura potrà operare a pieno regime, con importanti ricadute anche economiche per Torre di Mosto, grazie all’assunzione di personale locale e ai nuovi insediamenti abitativi". "Si aprono nuove opportunità con specifiche convenzioni e servizi specialistici rivolte ai nostri concittadini” continua il Sindaco “Inoltre è volontà comune avviare un rapporto collaborativo tra gruppi, associazioni e la casa di riposo per una completa integrazione nel tessuto sociale del nostro paese. Tutti assieme dobbiamo operare affinché i nostri anziani non si sentano emarginati ma ancora parte viva della comunità.”

La crescita del gruppo

Oltre ai successi di Torre di Mosto, il gruppo ha diversi cantieri in fase di conclusione, come i cantieri di Marcon e Cinto Caomaggiore, complessi rispettivamente da 90 e 120 posti letto. Sempre dotate di spazi studiati ad hoc per anziani e pazienti con ridotte capacità motorie, oltre che strutture nuovissime e all’avanguardia da ogni punto di vista, le RSA firmate da Sereni Orizzonti vengono realizzate puntando alla massima qualità per l’anziano, con ampi spazi verdi facilmente fruibili e il massimo utilizzo della domotica. L’azienda friulana ha in corso investimenti nel biennio 2019-2020 per 200 milioni di euro, oltre a una decina di cantieri già aperti in cui il lavoro prosegue a ritmi sostenuti. Crescono molto rapidamente dunque i posti letto del Gruppo che già opera sul territorio nazionale con 5250 posti letto e 2900 lavoratori distribuiti su un totale che sfiora le 90 strutture. “Puntiamo a superare gli 8500 posti letto entro il 2020” spiega l’azionista di maggioranza Massimo Blasoni. Un risultato plausibile alla luce della crescita degli ultimi anni: i dati del 2018 indicano un fatturato di Gruppo da oltre 160 milioni e utili netti consolidati per l’anno 2018 per 11 milioni. Una crescita rispetto agli anni precedenti che rappresenta ormai uno standard consolidato: da ormai un lustro l’azienda cresce del 30 per cento medio annuo, dato che fa ben sperare per un 2019 con analoga crescita. “Lo sviluppo in questo settore – continua Blasoni – si traduce per fortuna in aumento dell’occupazione, soprattutto al femminile: assistere è un mestiere difficile ma che regala grandi soddisfazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

  • Lorenzo, una vita spezzata a soli 22 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

Torna su
UdineToday è in caricamento